Civita conferma l’ottimo periodo di forma conquistando una vittoria sudatissima contro un Cus Cagliari Sandalyon davvero tonico e battagliero.

La compagine Civitonica nel match di sabato schierava il sestetto titolare, con un Ceccobello non in perfette condizioni fisiche per i postumi influenzali e nel primo parziale si faceva sorprendere da un reattivo Cagliari che, trascinato dall’opposto Palmieri, autore di tre portentosi ace nelle fasi cruciali del set, si aggiudicava il parziale per 19-25.

Pronto il riscatto del Civita nel secondo set, che con l’innesto di forze fresche (Della Rosa al posto di uno spento Gaia) faceva suo il parziale per 25-21.

Controribaltone del Cagliari nel terzo set, che, volando via da subito sull’ 8-1 con una serie di muri granitici, non permetteva più al Civita di rimontare.

Messa alle corde, la compagine Civitonica tirava fuori la giusta cattiveria agonistica, salendo in tutti i fondamentali. Particolarmente determinante per la rimonta l’apporto a muro di Ceccobello e Piscopo (rispettivamente 6 e 4 muri a referto) nell’arrestare i terminali offensivi del Cagliari Zampar e Palmieri.

Il match si chiudeva al tie-break con l’ennesima rimonta del Civita nel set, che dal 13-10 per i Sardi, con 5 turni consecutivi in battuta di Leone e l’attacco decisivo di Della Rosa, andava a prendersi una sudatissima e complicata vittoria.

Convincente la prova di De Paola, top scorer tra i suoi, ritornato ai livelli che gli competono.
Il lavoro impostato da coach Grezio a inizio Gennaio comincia a produrre i suoi frutti in termini di continuità di risultati, c’è ancora da ricercare una continuità nelle prestazioni all’interno del match, ma è un Civita in continua crescita che non sa più accontentarsi. Le avversarie sono avvisate.

E la prossima giornata riserva un altro scontro di cartello che si preannuncia infuocato: l’atteso derby con l’Orte.

Commenta con il tuo account Facebook