Coach Umberto Fanciullo

 

VITERBO – Infrasettimanale capitolina per la Stella Azzurra che stasera incontra nella tensostruttura dell’Honey Sport la Vis Nova Roma degli ex Rossetti e Gori.

Altra gara da “dentro o fuori” per i ragazzi di Fanciullo che dopo la brutta sconfitta subìta domenica al PalaMalè contro la Stella Azzurra Roma sono ora in una situazione di classifica molto ingarbugliata. I due punti persi nell’ultimo incontro disputato con una diretta concorrente alla salvezza hanno ancor di più reso difficile il cammino verso la salvezza e la conquista di un posto nei playout per la Balletti Park Hotel, anche se gli incroci delle altre gare, tra le quali spicca in particolare quello tra la Stella romana e Maddaloni, lasciano ancora aperti molti giochi. Ma per disputare una partita all’altezza della situazione serviranno testa e soprattutto voglia di dimostrare che si sa credere nell’obiettivo fino all’ultimo secondo del campionato, impressione che onestamente non è sembrata essere presente in tutti i protagonisti visti in campo nell’ultimo incontro. La forza di questa squadra è infatti la pressione, la grinta, la cattiveria agonistica che devono essere le componenti primarie in particolar modo negli incontri in cui ci si gioca una posta importante. Così non è stato nell’ultimo match dove troppe giocate scontate e pochi cambi di passo hanno impedito quel salto di qualità e quel giusto approccio alla gara che sarebbe stato fondamentale.

Si sono viste buone cosa e molto impegno, soprattutto dalla panchina, ma non è bastato. L’assenza di Cianci poi ha ulteriormente aggravato il deficit realizzativo dei biancostellati e la posta in palio è sfuggita ai viterbesi. La società aveva parlato chiaro alla squadra prima di questo trittico basilare per raggiungere i playout che si chiuderà domenica 2 aprile in casa contro Cefalù. Ci sono ancora cinque partite, in particolare le prossime due, per dimostrare che c’è qualità e soprattutto tanta voglia di riscattarsi. Stasera si affronta una squadra la cui classifica non fa giustizia al suo roster. La Vis Nova conta, oltre ai già ricordati Rossetti e Gori, su ottimi giocatori come Casale, Barraco, Argenti, Coronini e giovani come Legnini e Misino. L’impegno dovrà essere massimo, perchè solo così si potrà continuare a sperare ancora. Si inizia alle 20,30. Arbitrano Bonetti di Ferrara e Bonotto di Ravenna.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email