Paolo Borsellino ed Enzo Tortora, due sguardi volti al confine tra la giustizia e l’ingiustizia, che lasciano una pesante ed essenziale eredità al nostro Paese: quella di una battaglia, costantemente aperta, per la verità.

Con questo lascito dovrebbe essere nutrita ogni Comunità che preferisca la civiltà al linciaggio. Sutri, per volontà dell’Amministrazione comunale, raccoglierà questo importante testimone, intitolando due cippi commemorativi alla loro memoria.

Venerdì 7 dicembre, a partire dalle ore 11.00, a Palazzo Doebbing, l’on. Cosimo Maria Ferri, parlerà di Paolo Borsellino, indimenticabile esempio di giustizia, tra i padri dell’Italia moderna, e il costituzionalista Michele Ainis testimonierà, invece, la figura e la drammatica vicenda umana di Enzo Tortora, martire di una vergognosa persecuzione giudiziaria che lo ha annichilito fino all’estremo, evocazione di una riforma della giustizia che pare impossibile da compiere.

Alle ore 13.00 verranno intitolate le stele in ricordo di Borsellino e Tortora.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email