Regione Lazio finanzia il progetto presentato dal Comune di Tarquinia. Assegnato un finanziamento di ventimila euro.

La valorizzazione del patrimonio culturale e nello specifico del patrimonio archeologico passa anche per le attività di spettacolo dal vivo; con questo obiettivo la Regione Lazio, Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili, aveva pubblicato, a fine maggio 2019, un avviso mirato alla promozione dei luoghi della cultura tramite attività musicali, di danza e teatro.

Avviso al quale l’Amministrazione Comunale, allora da poco insediata, decise, nonostante i tempi ristretti (l’avviso scadeva il 28 giugno scorso ad Amministrazione appena insediata), di partecipare comunque, presentando un progetto che mirava a combinare performance musicali, danza e narrazione teatrale.

Il progetto finanziato, denominato “Paesaggi dell’arte”, mira a valorizzare le aree archeologiche e allo stesso tempo naturalistiche del patrimonio archeologico tarquiniese, oltre al Museo Archeologico Nazionale, pensandoli come veri e propri palcoscenici naturali per attività di spettacolo. Come prevedeva l’avviso regionale, le attività potranno essere organizzate per un periodo lungo, dal 1 luglio scorso al 30 giugno 2020.

Il progetto presentato dal Comune di Tarquinia prevede una parte iniziale per il prossimo autunno, da realizzare in collaborazione con gli attori della “Banda del racconto”, organizzatori anche di un Master in Narratori di Comunità all’Università della Tuscia, mentre le attività musicali e di danza programmate saranno concentrate soprattutto durante la prossima primavera in modo da accompagnare l’inizio della stagione estiva offrendo un’attrazione in più per turisti e visitatori.

L’obiettivo del progetto è quello di creare performance che possano instaurare la giusta alchimia con i palcoscenici culturali che ospiteranno musicisti ed artisti.

Tra gli ospiti di prestigio saranno i musicisti di uno dei più famosi gruppi di musica etnica ed antica svedese, l’Ensemble Mare Balticum.

Nel progetto è prevista inoltre la realizzazione di un accordo con l’Accademia Nazionale della Danza per la realizzazione di attività coreutiche alle necropoli tarquiniesi che possano portare all’ideazione di spettacoli legati all’ambito della mitologia locale.

A questo finanziamento si aggiunge il contributo della Regione Lazio per il Divino Etrusco 2019 inserito a pieno titolo tra le iniziative del Lazio delle meraviglie.

In ultimo ma non per importanza, il lavoro dell’assessorato cultura e turismo al progetto del Distretto tecnologico susseguente al finanziamento di 87milaeuro di Lazio Innova.

Un’estate soddisfacente per la nuova amministrazione comunale quindi, impegnata ora al nuovo programma di iniziative e progetti per la nuova stagione autunnale e invernale.

Commenta con il tuo account Facebook