L’iniziativa è proposta dall’associazione Una primavera per Tarquinia, in collaborazione il Consorzio acquedotto medio Tirreno. Sabato 30 novembre, alle 9, con partenza dal chilometro 6 della strada provinciale Martana

“La sorgente che risvegliò Tarquinia”. È il titolo alla visita guidata che propone l’associazione Una primavera per Tarquinia, in collaborazione il Consorzio acquedotto medio Tirreno, sabato 30 novembre, con partenza alle 9 in località San Savino, a Tuscania, al chilometro 6 della strada provinciale Martana. L’iniziativa rientra nell’ambito di “Pagine a colori”, il festival della letteratura illustrata per ragazzi dedicato quest’anno al tema dell’acqua. “Un bene prezioso. Ma l’abitudine ad averlo disponibile con relativa facilità spesso ci porta a non renderci conto che non è sempre stato così – dichiara l’associazione -. Accompagnati dalle guide Aigae andremo alla scoperta dell’acquedotto di San Savino, costruito all’inizio del Novecento che ancora oggi contribuisce a soddisfare il fabbisogno idrico di Tarquinia. Dopo aver visitato l’acquedotto, continueremo la passeggiata fino alle colline sopra il fiume Marta, in località Vermigliesca. Quindi faremo un pranzo rustico con i prodotti di stagione, per poi fare ritorno all’acquedotto, intorno alle 15,30”. Per partecipare alla visita guidata occorre essere automuniti. Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il 329 4081651 o 340 8219817.