Successo per l’Erasmus day che si è tenuto venerdì scorso a Vasanello.


Al centro dell’incontro, organizzato dal Comune di Vasanello – Sportello Europa, in concomitanza con altri 1041 comuni, tutti i giovani, in particolare i nati nell’anno 2000.
A loro è stato infatti consegnato, dal sindaco Antonio Porri, il Box 18 contenente il Tricolore, l’inno di Mameli, lo Statuto di Vasanello e la Costituzione Italiana, a testimoniare l’ingresso nel mondo degli adulti e la vicinanza delle istituzioni a tutti i cittadini.

L’appuntamento si è articolato in due momenti.
In una prima fase si è aperta una parentesi di confronto e sensibilizzazione degli amministratori locali sulle tematiche delle prospettive europee e sul ventaglio di opportunità offerte dall’Unione.

In un secondo momento è stato quindi presentato il Programma Erasmus per i Giovani, con un focus specifico relativo ad una selezione di buone pratiche di progetti finalizzati a far comprendere il potenziale del programma e la sua facilità di accesso.

Particolare apprezzamento per l’iniziativa è stato espresso dal vice-direttore della CE in Italia, Vito Borrelli, che ha disposto la donazione di una maglia dell’UE a tutti i ragazzi che sono intervenuti ed ha espresso personalmente, con una nota letta dal sindaco, il suo supporto ed incoraggiamento per eventi come quello organizzato dal Comune di Vasanello, in grado di offrire notevoli spunti di riflessione.

“L’obiettivo – ha sottolineato il sindaco Porri – è stato quello di contribuire ad incrementare il senso di appartenenza e di identità italiana ed europea dei giovani, che devono essere correttamente consigliati sulle diverse opportunità sia di studio che lavorative offerte dall’Unione.

Il rischio che troppo spesso si corre, infatti, è quello che i ragazzi non siano affatto informati sull’esistenza di queste possibilità di importanza fondamentale per la loro stessa crescita e l’intero sviluppo di una nazione.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email