«È arrivata l’estate con temperature altissime che superano anche i  40 gradi e ciò  comporta un alto pericolo di incendi nei terreni incolti e/o abbandonati con conseguente grave pregiudizio per l’incolumità delle persone e dei beni. L’abbandono e l’incuria da…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteTarquinia: sabato all’insegna della divinazione etrusca
Articolo successivoIIS Cardarelli: una Borsa di Studio per gli studenti di Agraria