Viterbo, Capranica, Sutri, Vignanello, Faleria e Sant’Oreste sono i sei comuni del territorio che a partire dal 29 giugno attiveranno i Centri Estivi Gea per i bambini da 0 a 10 anni.

Dopo il lockdown la Cooperativa Sociale Gea sceglie di ripartire proprio dai servizi destinati alle famiglie e ai bambini, pur avendo continuato a portare avanti numerose attività educative e socio-assistenziali (attraverso rimodulazione da remoto) anche nella fase di quarantena.

Saranno gli asili nido comunali già in gestione della Cooperativa ad ospitare i bambini divisi per fasce di età, tra spazi al chiuso e all’aperto, con attività ludico-ricreative differenziate per gruppi, in un clima adatto al divertimento e al gioco, nonché alla socializzazione e alla crescita reciproca. Il primo centro estivo partito il 22 giugno è quello del comune di Vignanello, seguito da Capranica, Sant’Oreste e Sutri (il 29/6), Viterbo e Faleria (il 6/7). I campus sono attivi dal lunedì al venerdì in fasce orarie diverse per ogni comune e permettono la permanenza sia part-time (pasto incluso o escluso), che full-time. Per conoscere gli orari relativi ad ogni centro, avere informazioni su iscrizioni e contatti, visionare il regolamento per la sicurezza e le agevolazioni per le famiglie, è possibile consultare la pagina Facebook della Cooperativa Sociale Gea Onlus.

La partenza dei Centri Estivi Gea prevede l’applicazione di un regolamento per la sicurezza in base alle recenti disposizioni nazionali e regionali anti-contagio. Tra le misure previste: ingressi e uscite dei bambini scaglionate per evitare assembramenti; allestimento di aree di accoglienza per il triage (misurazione della temperatura, autodichiarazione sullo stato di salute del bambino e igienizzazione delle mani); obbligo di mascherina per gli operatori e per i ragazzi sopra i 6 anni; disinfezione al termine di ogni attività; kit giochi non interscambiabili tra i vari gruppi.

“Mai come in questa estate 2020 post-quarantena per i più piccoli è importante ritrovare il contatto con i coetanei, con giochi e attività ricreative, nella totale sicurezza di operatori e bambini. I nostri centri estivi – ha commentato la Responsabile dei Servizi, Alessandra Senzacqua – sono una realtà consolidata sul territorio e abbiamo lavorato in sinergia con le amministrazioni affinché anche quest’anno potessero realizzarsi. Dopo mesi così duri, siamo consapevoli dei bisogni e anche delle necessità delle famiglie, che potranno usufruire di numerosi incentivi, tra cui bonus baby sitting e voucher regionali, per accedere con condizioni agevolate al servizio”.