Diversi gli assetti della Forza Armata intervenuti per fronteggiare l’emergenza maltempo che negli ultimi giorni ha messo in ginocchio diverse zone dell’Italia Settentrionale e Meridionale.

Tra questi, nelle giornate del 2 e 3 novembre, anche l’Aviazione dell’Esercito è intervenuta con propri uomini e mezzi, in soccorso alle popolazioni del Veneto e della Lombardia.

Il 1° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Antares” di Viterbo, su richiesta della Prefettura di Belluno, è intervenuto con un elicottero CH 47 F decollato dall’Aeroporto “Fabbri”, impiegando i propri assetti ai fini del supporto di fornitura elettrica ai cittadini rimasti in isolamento a causa del maltempo.

In particolare, l’intervento in soccorso delle popolazioni del Bellunese, ha previsto il trasporto al gancio tandem, con un elicottero CH 47F, rispettivamente di 4 generatori ENEL da 2000 Kg totali nella città di San Tomaso Agordino (BL) il 2 novembre e di altri 4 generatori da 4000 Kg totali nella località di San Gosaldo (BL) il 3 novembre.

In entrambe le operazioni effettuate, è stato anche interessato un nucleo di supporto al suolo per garantire il coordinamento delle operazioni a terra e dei rifornimenti.

Nell’ambito della capacità dual use della Forza Armata, l’Aviazione dell’Esercito continua così il suo impegno costante, soprattutto in rapporto agli eventi degli ultimi anni, in aiuto alle popolazioni colpite dalle calamità, configurandosi quale elemento indispensabile di supporto per far fronte alle più svariate emergenze.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email