«Apprendiamo dì criticità che si stanno svolgendo all’interno dell’istituto penitenziario del NC Rebibbia- Roma.
Sull’istituto vi è un elicottero per controllare la situazione.
Si vede dall’esterno uscire del fumo all’interno del muro di cinta.
Altre criticità – denuncia Massimo Costantino, Segretario Generale Aggiunto CISL FNS – ci vengono segnalate a Regina Coeli e Viterbo.
Per la Fns cisl Lazio occorre che le autorità tutte, in primo modo anche il Ministro della Giustizia, mettano in campo ogni utile misura per garantire la salute e l’incolumità dei Poliziotti penitenziari e delle persone ristrette.
Apprendiamo di rinforzi provenienti anche dal personale in servizio presso tale sede ma fatti rientrare dalle ferie o riposi.
I motivi a quanto apprendiamo sono conseguenza del limite dei colloqui con i familiari dovuto alla situazione in ambito nazionale per contenere il contagio per il coronavirus.
Da segnalare che comunque sono state messe a disposizione apparecchiature per usare applicazioni come Skipe.
Le notizie sono ancora frammentate considerato la complessità della situazione».