VITERBO – Dopo il grande successo conseguito dalla video conferenza nazionale di apertura, tenutasi domenica scorsa per iniziativa del Comitato 10 Febbraio, anche nella Tuscia ci si organizza per promuovere le celebrazioni in occasione del centenario della nascita di Norma Cossetto.

La giovane istriana, Medaglia d’Oro al Merito Civile, nacque nel 1920 e morì nell’ottobre 1943 dopo essere stata barbaramente seviziata e infoibata dai partigiani comunisti slavi.

A promuovere l’evento nella Tuscia sono due esponenti locali del Comitato 10 Febbraio, il viterbese Maurizio Federici, presidente del C10F di Viterbo e il tarquiniese Silvano Olmi, dirigente nazionale dello stesso sodalizio e ricercatore storico.

“Compatibilmente con le norme anti contagio – dichiarano Federici e Olmi – ci stiamo organizzando per ricordare degnamente il sacrificio di Norma Cossetto, alla quale la Repubblica Italiana nel 2005 ha conferito la Medaglia d’Oro al Merito Civile. Inoltre, ricorderemo il martirio subito da quindici nostri conterranei, nati a Viterbo e nei comuni della provincia, che furono uccisi, infoibati o morirono di stenti nei campi di sterminio comunisti della ex-Jugoslavia.

Per questo – concludono Federici e Olmi – invitiamo le amministrazioni comunali, le associazioni, i singoli cittadini, a contattarci per organizzare eventi in tutta la provincia di Viterbo.”

I due esponenti del Comitato 10 Febbraio sono tra gli autori del libro “Norma Cossetto, Martire Italiana”, pubblicato da Edizioni Eclettica. Uno strumento, il volume, da utilizzare in occasione delle manifestazioni per approfondire la figura di questa giovane eroina che seppe dire no e pagò con la vita il suo voler rimanere orgogliosamente italiana.

Per aderire alle celebrazioni per il centenario della nascita di Norma Cossetto si può inviare una mail a: [email protected]; [email protected].