Nei giorni scorsi con il rito del fuoco in molti luoghi, compreso il nostro borgo e la vicina Bagnaia, abbiamo festeggiato Sant’Antonio. Nel rinnovare riti secolari e gesti ancestrali, capita che a volte ci si chieda in che modo quel…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedente“SI va in biblioteca” con Soroptimist Viterbo  per donare attrezzature per videoproiezione al Polo Bibliotecario Umanistico Sociale dell’UniTus
Articolo successivoOrte, Carabinieri arrestano spacciatore e sequestrano 35 grammi di hashish