Fino a domenica 17 novembre allo spazio Pensilina in piazza Martiri d’Ungheria

Prorogata fino a domenica 17 novembre la mostra celebrativa sulla storia dell’Europa unita, realizzata dagli studenti dell’IISS F. Orioli in collaborazione con il Comune di Viterbo e allestita allo spazio Pensilina di piazza Martiri d’Ungheria. Una decisione che fa seguito alla grande attenzione mostrata da parte del pubblico verso i pannelli esposti.

“Una simile iniziativa è giusto che abbia la visibilità che merita – ha sottolineato l’assessore alle politiche giovanili e ai rapporti con l’Europa Antonella Sberna. Sono molte le persone che in questi giorni stanno visitando la mostra. Ragazzi delle scuole e adulti. Per questo motivo abbiamo deciso di lasciare esposte queste opere ancora qualche giorno. Opere che raccontano la storia della nostra Europa unita, con un’attenzione particolare ai trent’anni dalla caduta del muro di Berlino. Prorogare la mostra è anche un modo per dire grazie ai ragazzi che l’hanno realizzata e curata. Grazie ai ragazzi che hanno creato sia i precedenti pannelli, sia quello che abbiamo presentato e scoperto per la prima volta lo scorso venerdì, durante l’inaugurazione, insieme al sindaco Giovanni M. Arena, al dirigente scolastico dell’IISS Orioli Simonetta Pachella, alla professoressa Cinzia Pace e agli stessi studenti. Questa mostra merita molto di più, sia per la bellezza, sia per l’importanza del messaggio sociale e culturale che viene trasmesso. Mi sono presa un impegno, che voglio condividere con il sindaco Arena, in continuità con chi, in passato, durante l’amministrazione Marini, aveva lanciato questo progetto artistico e sociale”.

Il riferimento è a Daniele Sabatini, allora assessore alle politiche giovanili e a Matteo Achilli, attualmente consigliere comunale e all’epoca neo diplomato Orioli. “Lo scorso venerdì, in occasione dell’inaugurazione, è intervenuto anche Emanuele Brodo, rappresentante degli studenti Unitus – ha aggiunto e concluso l’assessore Sberna -. Lo stesso ateneo, che ringrazio, ha da subito creduto nel progetto. Sarà ancora al nostro fianco. Lavoreremo tutti con lo stesso obiettivo: esporre questa mostra al Parlamento Europeo”. La mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19.