Una via, una piazza o uno spazio pubblico intitolato ad Ausonio Zappa e a Zeno Scipioni. A proporlo è l’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini, che spiega “Sia il professor Zappa, scomparso tragicamente nel 2012, sia il maestro Scipioni, venuto a mancare nel 2011, rappresentano figure di grande spicco nel proprio ambito professionale. Due nomi cari alla città e ai viterbesi per il prezioso contributo dato alla crescita artistica, culturale e musicale del territorio. Due persone che hanno dedicato parte della loro vita alla formazione di giovani talenti viterbesi, oggi docenti, maestri, artisti apprezzati anche a livello nazionale”.
L’assessore Allegrini si sofferma su alcuni dettagli riguardanti la vita professionale di Zappa e Scipioni.
“Educatore e pioniere della scuola libera in Italia, in particolare dell’istruzione artistica, il professor Ausonio Zappa è stato il fondatore del liceo artistico Tuscia, unico in tutta la provincia fino alla riforma del 2009. Fondatore nel ’75 dell’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo, novità assoluta nel panorama nazionale. Sul modello dell’Accademia di Viterbo ne nasceranno altre negli anni successivi, legalmente riconosciute, tra cui la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, sempre fondata dal professor Zappa. L’Accademia di Belle Arti di Viterbo, tra i vari meriti, ha avuto anche quello di portare a Viterbo, docenti, nomi prestigiosi dell’arte italiana, primo fra tutti il maestro Renzo Vespignani. Ricordo inoltre che presso le scuole del professor Zappa hanno studiato e si sono diplomati molti dei docenti che hanno insegnato o insegnano nelle scuola statali viterbesi.
Musicista e compositore, laureato in giurisprudenza, diplomato in violino e studioso di altre discipline collaterali, il maestro Zeno Scipioni ha invece dato una forte impronta alla storia musicale della Viterbo del dopoguerra. Fondatore nel 1950 del Quartetto d’Archi viterbese, il maestro Scipioni ha creato le basi di un nuovo gusto all’ascolto, prima con la costituzione, nel ’66, della Camerata Polifonica Viterbese, e poi, nel ’79, con la direzione artistica della nascente Scuola musicale comunale di Viterbo.
Ritengo che due persone come Ausonio Zappa e Zeno Scipioni – aggiunge e conclude l’assessore Allegrini – abbiano tutti i requisiti per essere pubblicamente ricordati negli anni dai viterbesi, attraverso l’intitolazione di una via, piazza o luogo pubblico della nostra città”.