Oggi si è svolta, presso la Sala Consigliare del Comune di Viterbo, la conferenza stampa riguardante la valutazione finale del progetto sperimentale “Estate a Prato Giardino”.

L’evento è avvenuto tramite la proiezione di un video realizzato da Project Tuscia, per testimoniare visivamente le esperienze che istituzioni, famiglie e associazioni hanno vissuto durante questo progetto.

Erano presenti il Sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, l’Assessore comunale  alle Politiche Sociali Antonella Sberna, il Direttore Sanitario della Asl Antonella Proietti, il Viceprefetto Claudio Fusco, la Presidente dell’Ass.ne Amici di Galiana  Graziella Fiorucci, il Coordinatore dei Servizi Sociali Pierangelo Conti,  in qualità di genitore la sig.ra Alessia Sebastiani e numerosi volontari.

Inizialmente l’Assessore ha illustrato il progetto, che è nato in co-progettazione fra l’Assessorato alle Politiche Sociali, il Servizio Materno Infantile della ASL VT3 e la onlus Amici di Galiana. Tale proposta risponde ad una specifica richiesta, emersa durante un tavolo di lavoro tenutosi presso la Prefettura di Viterbo. Dall’incontro, richiesto da una famiglia, era emersa la criticità della quasi mancanza di assistenza nei mesi estivi, durante quali le famiglie si sono per molto tempo sentite abbandonate.

L’Ass.ne Amici di Galiana si è allora fatta promotrice di un’idea progettuale  sperimentale, recepita dall’Assessorato alle Politiche Sociali. L’assessore Antonella Sberna ricorda come ha provveduto a recepire le coperture economiche e ad istituire un’equipe multidisciplinare con il Servizio Materno infantile della ASL insieme al Dott. Pierangelo Conti, Coordinatore dei Servizi Sociali e la Dott.ssa Linda Morini, sotto la direzione del Dott. Marco Marcelli, responsabile del Servizio Materno Infantile.

Il Sindaco di Viterbo ha ribadito la bontà e la replicabilità del progetto, con la possibilità di inserirlo come fondo strutturale nel piano di zona, allargandolo anche ad un maggio numero di utenti, usufruendo della collaborazione di più enti.

Il Direttore Sanitario Antonella Proietti ha spiegato come questa idea progettuale sia inseribile all’interno del budget di salute, attuazione del quale risulta però molto complessa in quanto prende in considerazione varie forme di assistenza personalizzata, finalizzata al benessere dell’utente.

Interviene inoltre la Presidente dell’Ass.ne Amici di Galiana, Graziella Fiorucci, ricordando che il progetto è stato avviato ad inizio agosto e per tutto il mese i piccoli utenti hanno potuto godere di uno spazio accogliente e familiare, fatto di attività ludiche, quali piscina e giochi, ma anche di spazi relax. Altissimo il gradimento di tutti i partecipanti, come dimostrato anche dal ringraziamento espresso a mezzo stampa da una delle famiglie coinvolte. In sintesi, possiamo dire che integrazione socio sanitaria e co-progettazione sono armi vincenti, quando applicate a proposte progettuali valide. Proposte che aderiscono ad una reale e pressante criticità del territorio e servono a migliorare sensibilmente la vita delle persone. E’ stata inoltre molto importante la formazione che la Asl ha fornito ai volontari, preparandoli ad affrontare le delicate problematiche dell’utenza.

Il Dott. Conti ringrazia i ragazzi del Servizio Civile dell’Ass.ne, Davide Pezzato e Francesco Ercoli, infaticabili nel garantire il benessere dei bambini; i ragazzi diversamente abili che hanno supportato gli operatori tutti i giorni con empatia e pazienza, Veronica Briglianti, Raffaele Rossetti e Luca Apperti; e i soci della onlus, che si sono alternati per la riuscita del progetto, creando un clima disteso e familiare nonostante la delicatezza dell’utenza.

Vincente è stato infine mantenere la continuità assistenziale con la Cooperativa GEA, che già si occupava dei piccoli utenti.

Molto sentito l’intervento della sig.ra Alessia Sebastiani, la quale si augura che il servizio venga ripetuto ed allargato ad altri utenti.