Attenzione puntata sulla campagna di sensibilizzazione sul bere consapevole “+18 o bevi o guidi”

Festa della birra artigianale, dal 31 ottobre al 2 novembre in diciassette locali del centro storico. Birre della Tuscia vs birre regionali. Con questo spirito, bar, pub e ristoranti del quartiere San Pellegrino (zona fucsia), e non solo, metteranno in competizione birre locali con quelle di un’altra regione italiana. “Obiettivo dell’iniziativa – ha spiegato l’assessore allo sviluppo economico e alle attività produttive Alessia Mancini – è quello di rivitalizzare una zona del nostro centro che, a seguito delle prescrizioni contenute nella ben nota ordinanza emanata nei mesi scorsi, ha visto una notevole riduzione di affluenza da parte dei giovani. I proprietari dei locali in questo periodo si sono comportati correttamente, nel rispetto degli orari di chiusura previsti nell’ordinanza. Quel provvedimento si è reso necessario per contrastare la maleducazione di alcuni soggetti che frequentano i locali. L’esagerazione, l’ho detto più volte, porta all’esasperazione. Così è nata l’ordinanza. Chi lavora rispettando le regole non deve però essere penalizzato. Questa iniziativa, la Festa della Birra, mi auguro sia solo la prima di una lunga serie di “eventi speciali” previsti nel patto che abbiamo sottoscritto anche con le associazioni di categoria, a tutela sia degli abitanti, sia dei locali pubblici. Nello stesso patto è prevista anche la promozione di campagne di sensibilizzazione a favore del bere bene e del bere consapevole. In questa occasione verrà promossa la campagna +18 o bevi o guidi, per un consumo responsabile di alcolici. Di plastic free si parlerà invece in occasione del prossimo evento speciale. Il Comune, in occasione della tre giorni dedicata alla Festa della Birra, sosterrà i costi per garantire la sicurezza, ovvero la presenza di security. Ho chiesto anche al comandante della Polizia Locale la possibilità di poter contare sulla presenza di alcuni agenti. Per questa tre giorni è previsto l’ampliamento delle deroghe per i locali che hanno aderito. Si tratta di un esperimento per tutti – ha aggiunto e concluso l’assessore Mancini – anche per i residenti con cui abbiamo parlato. Sono fiduciosa e ottimista. Buona festa della birra artigianale a tutti”.

Accanto all’assessore Mancini, ieri mattina in conferenza, anche una rappresentanza dei locali che hanno aderito all’evento. A prendere la parola anche Cinzia Chiulli, in qualità di artigiana con attività a San Pellegrino, residente nel quartiere medievale e cittadina che ama frequentare i locali della città. Questi i pubblici esercizi che hanno aderito: Green Pub, Due righe book bar, Da Lucio, Magna Magna, Winter Garden, Il Baretto, Lucky Strike, Eat, Mat, Bar Centrale, Magic Bar, Al 77, Altrochè, Sand Glass Pub, Beer Shock, Cantina dei Papi, Blitz Caffè.