Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, proficuo incontro in Prefettura

0

VITERBO – Nella mattinata di venerdì, si è tenuto in Prefettura alla presenza di tutte le istituzioni territoriali interessate, anche con la partecipazione delle parti sociali e delle associazioni attive nella provincia, il Consiglio Territoriale per l’Immigrazione.

 

In apertura del consesso, il Prefetto Rita Piermatti ha illustrato sinteticamente le azioni svolte dal Ministro dell’Interno finalizzate all’ottimizzazione della gestione degli eccezionali flussi migratori e all’implementazione delle risorse assegnate alle Commissioni Territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale. Inoltre è stato dato risalto all’attività svolta localmente diretta al monitoraggio delle strutture di prima e seconda accoglienza al fine di evitare disservizi e spreco di risorse pubbliche, realizzata conformemente alle direttive ministeriali.

 

Il Prefetto ha sottolineato l’importanza della realizzazione di progetti e azioni dirette a migliorare i processi di integrazione ed inserimento dei migranti nella società civile. A tal proposito, il Comune di Celleno, che ha aderito all’iniziativa promossa dalla Prefettura volta ad elaborare progetti di impiego dei migranti in attività socialmente utili, svilupperà un progetto pilota aperto ad altre adesioni.

 

E’ stato illustrato il nuovo bando per l’accoglienza dei richiedenti asilo per l’anno 2016 volto a reperire 360 posti.
Inoltre, il consesso è stato invitato a partecipare all’elaborazione di proposte relativamente ad alcuni progetti che la Prefettura intende realizzare nel corso dell’anno in materia di dialogo inter-religioso, iniziative per migliorare il dialogo tra genitori stranieri e figli cresciuti con modelli culturali diversi da quelli d’origine. L’assemblea ha dato il proprio assenso alla creazione dell’osservatorio statistico sui livelli di scolarizzazione degli stranieri extracomunitari e comunitari minori ed adulti.

 

E’ stato reso noto, infine, che sul sito della Prefettura sono state richiamate le pubblicazioni di vari bandi finanziati con i fondi europei ed in particolare con il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI).

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.