Nella Tuscia otto arresti per droga nel week-end

0

 

VITERBO – Continua senza sosta l’attività di contrasto al consumo di droghe nella Tuscia da parte dei carabinieri del comando Provinciale che lo scorso fine settimana hanno effettuato controlli e servizi nei pressi dei luoghi di maggior aggregazione, quali locali notturni, discoteche, ristoranti, stazioni ferroviarie e autostazioni, e sull’intera rete viaria provinciale.

A Viterbo, nella scorsa notte, militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia del capoluogo hanno arrestato uno studente 18enne viterbese per averlo sorpreso mentre cedeva mentre cedeva due dosi di marijuana ad altrettanti acquirenti che saranno segnalati all’autorità amministrativa quali assuntori di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno poi sequestrato nel corso della perquisizione nell’abitazione del giovane altri 9 grammi della stessa sostanza stupefacente già suddivisa in dosi, 10 piante di cannabis indica di varie altezze e materiale per il confezionamento.

I carabinieri della Stazione di Vetralla hanno, invece, arrestato nella notte tra sabato e domenica un disoccupato del posto al quale sono stati sequestrati circa 6 grammi di cocaina suddivisa in dosi, materiale per il confezionamento della droga ed anche una banconota da 50 euro contraffatta, motivo per il quale è stato anche denunciato per spendita di monete falsificate.

A Civita Castellana, nel pomeriggio di sabato, due civitonici, padre e figlio, rispettivamente di 51 e 19 anni, sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo radiomobile e della Stazione di Faleria che, dopo aver perquisito l’auto in cui viaggiavano e il domicilio dei due, hanno recuperato e sequestrato circa 18 g di marijuana e 8 piante medesima coltivate all’interno del giardino casalingo.

Sempre nella giornata di sabato e sempre Civita Castellana, in un’operazione condotta da militari del nucleo investigativo del reparto operativo di Viterbo, con l’ausilio di quelli della locale compagnia, sono stati arrestati dopo un lungo servizio di osservazione e pedinamento, tre pregiudicati del posto di 50, 48 e 40 anni. Il cinquantenne, durante il controllo effettuato mentre viaggiava con la figlia minorenne a bordo della propria auto, ha tentato la fuga andando ad urtare deliberatamente contro l’autovettura di servizio utilizzata dai militari, fortunatamente senza conseguenze a parte i danni ai mezzi. Bloccato e perquisito, è stato trovato in possesso di 29 dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 13 g e di 15 g di hashish.

Nella sua abitazione i carabinieri hanno poi sequestrato altre 8 dosi di cocaina per circa 4 g e la somma in contanti di 1250, ritenuta provento di attività illecita. Nel corso delle ulteriori perquisizione effettuate ai domicili degli altri arrestati i militari hanno recuperato e sequestrato 21 dosi di cocaina, per circa 10 g, altri 90 g circa suddivisi in  4 pezzi solidi, 48 g di hashish, 3 bilancini elettronici, 4 telefoni cellulari e vario materiale idoneo al confezionamento in dosi degli stupefacenti.

Questa mattina, dopo la convalida degli arresti il giudice ha disposto gli arresti domiciliari per il solo cinquantenne mentre gli altri due sono stati rimessi in libertà.

A Ronciglione, nella notte di sabato i carabinieri del pronto intervento della Compagnia di Ronciglione hanno arrestato in flagranza un pregiudicato 31enne di Monterosi, controllato all’interno di un locale e trovato in possesso di 6 g di cocaina, suddivisa in 12 dosi, e circa un grammo di hashish. Il giovane è stato poi rimesso in libertà non avendo ravvisato il giudice la necessita di disporre l’applicazione di una misura cautelare.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.