Polizia stradale: controlli a officine e autodemolitori

0

VITERBO – La Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, anche a seguito dei recenti gravissimi incidenti stradali, ha ulteriormente intensificato le attività di controllo di tipo amministrativo presso le rivendite auto, le officine, le carrozzerie e gli autodemolitori della provincia.

 

Si tratta di una serie costante e meticolosa di accertamenti che spaziano da quelli amministrativi a quelli tecnici e specialistici, per arrivare a sanzioni anche di tipo penale.

 

Autorizzazioni, licenze e rispetto delle normative legate allo smaltimento dei rifiuti, si pensi alle stesse automobili da demolire, alle acque reflue di un’officina o agli pneumatici usurati, sono le principali verifiche che gli Agenti della Polizia di Stato della Polstrada effettuano nell’ambito di tali attività commerciali.

 

Nel mese di ottobre, la Squadra di P.G. sezionale ha effettuato diversi controlli amministrativi specialistici che hanno interessato 3 autodemolitori, 2 rivendite auto, 1 carrozzeria e 1 autofficina, nelle località di Viterbo, Soriano nel Cimino, Nepi, Marta, Valentano e Montefiascone, svolgendo accertamenti tecnici su un totale di 40 autoveicoli e su 11 persone titolari o consegnatari delle attività commerciali. Sono state riscontrate diverse infrazioni sia relative al TULPS, sia riguardanti le normative sullo smaltimento dei rifiuti, sia afferenti la mancata iscrizione alla CCIA (esercizi abusivi), che hanno consentito agli agenti di elevare, nei confronti dei titolari delle attività commerciali, verbali nell’ordine di migliaia di euro, nonché effettuare sequestri preventivi.

 

Con riferimento, invece, all’articolo di stampa relativo allo strumento denominato “scout-nav”, in dotazione alla Polizia Stradale di Viterbo, si precisa che la verifica automatica relativa alla RCA auto ad oggi non risulta ancora attiva.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.