CNA: “Lo stile di vita made in Lazio pronto a conquistare Emirati Arabi, Polonia e Repubblica Ceca”

0

VITERBO – Nasce per sviluppare, nell’arco di 12 mesi, interventi che aiutino le imprese laziali ad espandersi nei mercati di Emirati Arabi Uniti, Polonia e Repubblica Ceca. “Latium Living, Design and Food”, è il progetto della CNA di Viterbo e Civitavecchia proposto in occasione del bando “Internazionalizzazione – Manifestazione di interesse per la promozione del sistema produttivo regionale”, approvato e cofinanziato dalla Regione (con 100mila euro). Il via è stato dato ieri pomeriggio, durante l’affollato incontro svoltosi presso la Banca di Viterbo Credito Cooperativo, al quale è intervenuto, per la Regione Lazio, Riccardo Monachesi, dirigente dell’Area Internazionalizzazione e Marketing Territoriale, insieme con Maria Rita Cespi Polisiani, della Direzione per lo Sviluppo Economico e le Attività Produttive.

 

Quest’ultima ha dato notizia dei voucher messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per favorire l’inserimento in azienda di un temporary export manager, mentre Monachesi ha evidenziato, rispetto al tema dell’internazionalizzazione, il cambiamento di atteggiamento politico della Regione, che si è concretizzato con un incremento di risorse notevolissimo: dai 500mila euro di tre anni fa agli 11 milioni e 400mila euro di oggi. E il nuovo POR-FSE prevede, per la prima volta, un asse per l’internazionalizzazione, con una dotazione di ben 35 milioni di euro. Finalmente si sta costruendo una strategia chiara, rivolta alla costruzione di una rete che superi l’attuale frammentazione delle imprese.

 

Dopo il saluto di Massimo Caporossi, direttore generale della Banca, e l’introduzione di Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, secondo la quale nella Tuscia, dove la propensione all’export è stata sempre molto bassa, ci sono le condizioni per una crescita a ritmi elevati (tra il 2013 e il 2014, si è registrato un incremento di oltre il 14 per cento), la presentazione del progetto è stata curata da Maurizio Mancini, responsabile dell’Area Internazionalizzazione dell’Associazione.

 

Il filo che lega le azioni programmate è lo stile di vita made in Lazio. Sono coinvolte, infatti, imprese di settori che hanno raggiunto standard qualitativi elevati: arredamento e complementi, illuminazione e tecnologie dell’impiantistica, costruzioni e restauro, manifattura, agroalimentare.

 

In Polonia e nella Repubblica Ceca saranno allestiti spazi multifunzionali dotati di un’area tecnico amministrativa, showroom, aree eventi e per incontri B2B, con l’assistenza di personale qualificato e di interpreti. Mentre negli Emirati Arabi si punterà su una missione e sulla partecipazione alla più importante fiera specializzata per il settore agroalimentare a Dubai, Speciality Food Festival 2015, che richiama gli operatori professionali, compresi i 150 ristoranti italiani aperti nelle due principali aperti nelle due principali città. In questi Paesi c’è grande interesse per i prodotti e i servizi italiani, come hanno documentato, collegati in videoconferenza, Mauro Marzocchi, segretario generale della Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti, Matteo Mariani, vicesegretario generale della Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca, Giovanni Ruis, della Nimes Consulting – Polonia.

 

Tra i punti di forza di “Latium Living, Design and Food”, la piattaforma di web marketing plurilingue, che, ha spiegato il responsabile, Francesco Berni, è stata progettata con precisi obiettivi di comunicazione, sistema e marketing e dunque non sarà una semplice vetrina delle imprese, ma genererà contatti qualificati e stimolerà la creazione di una “community in rete”.

 

Marco Bastiani, responsabile del Settore Estero-Merci della Banca di Viterbo Credito Cooperativo, ha quindi illustrato con efficacia gli strumenti che il mondo del credito garantisce agli imprenditori che vogliano investire nell’internazionalizzazione e, soprattutto, farlo in sicurezza.

 

Presenti all’incontro il presidente della CNA di Viterbo e Civitavecchia, Angelo Pieri, il segretario generale della Camera di Commercio, Francesco Monzillo, e la presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio, Serenella Papalini.

 

La sala

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.