Donne in Opera, ancora un successo. Melaragni: “Le artigiane non finiscono mai di stupirci”

0

VITERBO – “Applaudiamo le artigiane che hanno dato vita alla seconda edizione di Donne in Opera, evento voluto con determinazione dal Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile della Camera di Commercio, presieduto da Serenella Papalini, per accendere i riflettori sulle imprenditrici che operano nelle attività artistiche e in quelle legate alla moda e alla bellezza.

 

Abbiamo avuto l’ennesima conferma che il talento e la passione delle donne sono determinanti nei settori in cui si esprimono la creatività e lo stile di vita made in Tuscia Viterbese”. Così Luigia Melaragni, segretaria della CNA di Viterbo e Civitavecchia, intervenuta ieri sera alla manifestazione svoltasi negli spazi delle Terme Salus, a Viterbo, insieme, tra gli altri, con Maria Luisa Appetito, vicepresidente nazionale di CNA Impresa Donna, che rappresenta l’Associazione nel Comitato della Camera di Commercio.

 

Molto apprezzata la nuova formula di Donne in Opera, che ha consentito sia di valorizzare le competenze e il lavoro di ricerca presenti nell’artigianato d’arte, sia di conoscere originali esperienze nate dalla sensibilità femminile. E che, come lo scorso anno, ha fatto salire in passerella l’estro e l’abilità sartoriale delle stiliste della provincia: abiti scenografici, costumi per il mare, collezioni di raffinati capi in seta ricamata, ricercati accessori. Il tutto, indossato dalle modelle di Background Academy, con acconciature e trucco a cura di vere professioniste.

 

“Andate a trovare queste artigiane nei loro laboratori. Sono fantastiche”, è l’invito di Melaragni. “Complimenti a tutte, davvero. Il contributo delle donne è determinante per l’economia dei nostri territori. Un’azienda su quattro è rosa. La nostra provincia è all’11° posto, su scala nazionale, per il tasso di femminilizzazione delle imprese. Il suo 26,74 per cento corrisponde a 9.987 aziende rosa sul totale di 37.346. Nell’artigianato, su 7.753 imprese, quelle femminili sono 1.121, pari al 14,46 per cento. In questo settore, la presenza delle donne è significativa proprio nelle attività celebrate ieri sera. Siamo orgogliosi -conclude la segretaria della CNA- di rappresentare queste realtà guidate da donne preparate e intraprendenti, che amano il loro lavoro e, nonostante le difficoltà del momento, continuano a produrre idee e altissima qualità”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.