La “Toma Reale” dei Fratelli Pira premiato come il “re” dei formaggi

0

 

VITERBO – La “Toma Reale” della tuscia è primo classificato al concorso Alma Caseus, riconoscimento che è stato consegnato lunedì scorso ai fratelli Pira, in occasione di Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione di Parma.

 

Alma Caseus è una manifestazione che vede partecipare ogni due anni le migliori aziende del settore, indetta per valorizzare il patrimonio dei formaggi italiani e premiare i migliori professionisti del settore lattiero caseario.

 

Quest’anno hanno aderito 98 aziende con oltre 600 tipi di formaggi, e per la prima volta, Gianni e Tonino Pira hanno scelto di partecipare vincendo il premio di Primo classificato nella categoria Fattoria d’Italia – pecorino. Il riconoscimento è stato ritirato dai fratelli Pira, associati alla COPAGRI di Viterbo.

 

“E’ un riconoscimento che ci riempie di particolare orgoglio – spiega Gianni Pira – e che conferma il forte gradimento dei consumatori per i nostri prodotti, ottenuto solo con latte a crudo ovino delle nostre pecore”. “La toma reale – ribadisce Gianni Pira – è un formaggio con da un minimo di 4 mesi ed un massimo dio 6 mesi di stagionatura, che abbiamo iniziato a produrre solo dal 2013 e presentato in occasione della nostra festa della pastorizia, che ha subito ottenuto grandi consensi, anche perché era un prodotto tipico della tradizione contadina”.

 

“Oggi la nostra “Toma reale” è un prodotto di latte ovino a crudo, non venendo pastorizzato mantiene tutte i sapori e caratteristiche del latte e della natura, viene aggiunto caglio e sale ed un foglia di mirto, la stagionatura avviene all’interno delle nostre celle frigorifere a ventilazione controllata tutti i giorni. E’ un prodotto molto semplice e profumato, formaggio a pasta morbida di colore bianco, protetta da una sottile crosta esterna naturale con una forma a toma, da cui ne deriva il nome di “Toma reale”. E’ un formaggio ottimo in cucina con tanti abbinamenti : mangiato da solo od accompagnato con marmellate o miele”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.