“Bene il progetto di Enel per il rilancio della centrale di Montalto di Castro”

1

 

MONTALTO DI CASTRO – “Quella prospettata da Enel può rappresentare un’occasione cruciale per lo sviluppo del territorio.

 

Il bando pubblico per le manifestazioni di interesse al fine di riqualificare la centrale Alessandro Volta di Montalto di Castro sarà aperto a tutto il mondo proprio per il valore di questo sito, simbolo della produzione energetica italiana”. Lo ha detto Alessandro Mazzoli, deputato del Partito democratico, a margine della conferenza stampa con cui questa mattina i vertici di Enel, rappresentati dal direttore Enel Italia, Carlo Tamburi, hanno ufficializzato la pubblicazione del bando per il 24 maggio (chiusura delle domande il 2 ottobre).

 

“Un sito che è la più grande centrale italiana può essere riconvertito in qualcosa di importante, capace di trasformare una criticità in una opportunità. Va dato il merito ad Enel – ha affermato – di aver imboccato la strada del confronto col territorio che diventa protagonista di questo processo di trasformazione tramite le istituzioni, le imprese, i sindacati. Bene, quindi, la presenza di Comune, Provincia e Regione. Quello che auspichiamo è che il sito resti produttivo, rilanciando così l’economia della zona, ma con attività di qualità e innovative che si sposino con l’ambiente e facciamo della sostenibilità il proprio marchio”.

 

“Probabilmente non basterà una sola idea o progetto vista la vastità e l’importanza della centrale ma collaboreranno alla sua rinascita diversi programmi. Il nostro impegno sarà affinché questi programmi – ha aggiunto Mazzoli – rispettino e si sposino con le vocazioni del territorio, la necessità di sviluppo e occupazione. Accogliamo infine positivamente la decisione di Enel di difendere i livelli occupazionali, garantendo il futuro dei 56 dipendenti ora impiegati nel mantenimento del sito”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.