“Provincia, una riorganizzazione del personale seria e funzionale”

0

 

VITERBO – “La Provincia sta lavorando ad una riorganizzazione del personale, seria e funzionale.
L’adeguamento dell’assetto organizzativo alle funzioni fondamentali e non, così come previsto dalla cosiddetta legge Del Rio e dalla legge regionale n. 17 del 2015, ha indotto una riflessione puntuale sul personale attualmente assegnato ai diversi settori.

 

Alla luce dei pesanti tagli imposti alle Province, del personale conferito nell’organico della Regione Lazio e di quello andato in pensione, bisognava per forza pensare ad una doverosa revisione del contesto organizzativo che tenesse conto delle tante professionalità presenti all’interno dell’Ente, nonché dei compiti istituzionali attribuiti, trasferiti, delegati o comunque esercitati in base ad atti normativi, regolamentari o negoziali.

 

Nell’ipotesi del nuovo assetto, sono previste strutture di posizioni organizzative necessarie a garantire l’erogazione dei servizi, in considerazione dell’evidente difficoltà di una gestione amministrativa e tecnica che può contare soltanto su due figure dirigenziali.

 

A livello normativo non possiamo procedere con le progressioni verticali ma, qualora ci fossero novità, saremo pronti a lavorare anche su quel fronte.

 

Al fine di assicurare il giusto riconoscimento, anche in termini economici, a tutto il personale impegnato nel perseguire gli obiettivi assegnati ai diversi settori, cosi come previsto dal CCNL, proseguirà l’impegno per assicurare le indennità di responsabilità e le progressioni orizzontali, esclusivamente per le categorie B e C.

 

Credo molto nella meritocrazia e nell’impegno personale e professionale di chi quotidianamente cerca di dare risposte in termini di servizi ai cittadini.

 

Non credo invece nelle indennità distribuite a pioggia.

 

Le dinamiche dell’orticello personale vanno abbandonate.

 

I miei predecessori, in passato, hanno provato a realizzare operazioni di questo tipo, senza riuscirci.

 

L’Amministrazione ha ascoltato i dipendenti ed i sindacati ed oggi prende la decisione politico-amministrativa più adeguata per il buon governo dell’Ente, com’è sua prerogativa. Non risulta che il sindacato debba sottoscrivere nulla”.

 

Mauro Mazzola 
Presidente della Provincia di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.