Perà e Troncarelli pronte a dimettersi

0

VITERBO – “A giugno il gruppo consiliare del PD, con un giudizio positivo della federazione provinciale, mi ha chiesto di entrare in giunta ed io l’ho fatto accettando la sfida e con grande senso di responsabilità verso i colleghi del gruppo che hanno riposto in me la loro fiducia.

 

Sono stati sei mesi intensi durante i quali ho provato a dare un contributo fattivo e onesto all’attività di governo della città, consapevole fin da subito che questa amministrazione aveva molto da lavorare. Ma è inutile girarci intorno, sono stati mesi in cui ho toccato con mano tutti i limiti e le difficoltà di una maggioranza spesso ingessata e priva di prospettiva certa.

 

In questo tempo ho iniziato una serie di azioni legate allo sviluppo economico del territorio e al centro storico e altre erano in programma, tutto attraverso la collaborazione degli uffici, ma mi rendo conto che le azioni importanti in grado di cambiare il volto della città passano da una vera maggioranza e dal consiglio comunale.

 

Oggi, con lo stesso senso di gratitudine di sei mesi fa e con il rispetto che nutro per le istituzioni, faccio mie le scelte del gruppo consiliare e nelle prossime ore rassegnerò le mie dimissioni da assessore del comune di
Viterbo. Anche io credo, specie dopo gli ultimi atti del Sindaco, che non esistano più le condizioni per andare avanti.

 

È una scelta doverosa e dolorosa ma onesta nei confronti di chi mi ha dato fiducia e nei riguardi dei nostri elettori e della città. Quando le cose non vanno e si continua a discutere di poltrone, non coinvolgendo minimamente nessuno di noi e continuando a giustificare scelte con motivazioni che non corrispondono alla realtà, non si può fare finta di niente.

 

Mi sarei aspettata un cenno di confronto da parte del Sindaco che, in solitudine, ha revocato un nostro collega adducendo motivazioni irreali. In una situazione normale scelte di questo tipo vengono affrontate con la condivisione ed il ragionamento ma evidentemente questa non è una situazione normale o forse non c’era la volontà.

 

Torno all’impegno politico nella federazione provinciale del PD sapendo che il clima tra di noi è duro, lo faccio libera da condizionamenti e serena, consapevole di averci provato e di avere fatto la scelta più giusta per continuare a vivere l’impegno politico come ho sempre fatto, in modo libero e guardando in faccia la realtà”.

 

Dott.ssa Sonia Perà
Assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive

 

_____________________________________________________________________________________________

 

“Ho partecipato con ottimismo e volontà di cambiamento alle elezioni comunali del 2013 raggiungendo un buon risultato elettorale, oltre 700 cittadini viterbesi hanno riposto in me la propria fiducia e tutt’ora li ringrazio.

 

Il Sindaco Michelini, poco dopo, mi ha proposto di entrare in giunta come Assessore e ho rifiutato ritenendo validi i criteri indicati dal primo cittadino per poter ricoprire tale ruolo. Oltre alla competenza e al numero di voti, il Sindaco ha posto l’accento anche sull’esperienza e, come noto, io sono alla mia prima consiliatura. Durante la mia carica di consigliere ho portato all’attenzione della precedente giunta temi importanti che necessitavano di una rapida soluzione, contrapponendomi, anche con interventi duri, al Sindaco e agli assessori.

 

A giugno 2015, ho affrontato l’ennesima crisi della maggioranza con gli stessi consiglieri che oggi dichiarano la fine di questa amministrazione. Volevamo un cambio di rotta, fornire nuovi equilibri politici recuperando così un’amministrazione ormai bloccata e per questo ho dato la mia disponibilità a ricoprire l’incarico di Assessore ai Servizi Sociali.

 

In questi sei mesi ho lavorato con impegno quotidiano, affrontando problemi di disagio sociale con la collaborazione degli uffici, ho iniziato ad elaborare progetti relativi a famiglie disagiate, giovani e centri polivalenti. Altre azioni erano in programma, il tutto nell’ottica di dare un contributo concreto alle esigenze dei cittadini.

 

Ritengo però, che le iniziative e i progetti, per poter essere realizzati devono essere condivisi da una maggioranza consigliare unitaria, fondata sul dialogo, confronto e rispetto personale oltre che politico.

 

Ad oggi, con dispiacere prendo atto che i presupposti per il buon andamento dell’amministrazione vigente non ci sono, non c’è condivisione nelle scelte politiche poste in essere dal Sindaco sia nei confronti dei consiglieri che della giunta, da ultimo vedi l’uscita dalla giunta dell’Assessore Vannini di cui ho appreso la notizia dagli organi di stampa.

 

In linea con i consiglieri del PD, con i quali ho condiviso molto in questi due anni di esperienza politica mi dichiaro disponibile a dare le mie dimissioni da Assessore ai Servizi Sociali nei prossimi giorni.

 

Scelta sofferta ma sicuramente doverosa nel rispetto dei miei elettori e di tutti i cittadini che meritano un’amministrazione all’altezza delle sfide che Viterbo ha di fronte a sé piuttosto che di un continuo discutere gli uni contro gli altri per motivi che non hanno come obiettivo l’interesse pubblico.

 

Avv. Alessandra Troncarelli
Assessore ai Servizi Sociali

 

GdZ Troncarelli_250

Alessandra Troncarelli

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.