“Il sindaco di Gallese boccia la mozione ‘Città Sicure'”

0

GALLESE – “Ho partecipato con interesse all’assemblea promossa dall’Amministrazione Comunale di Gallese per presentare alcune iniziative a carattere straordinario contro la drammatica ondata di furti che ha caratterizzato ultimamente il nostro territorio. Sono emerse molte valide considerazioni sul tema e si sono illustrate delle iniziative che probabilmente verranno messe in opera da subito, quali l’istallazione di video-camere sui tratti sensibili del territorio ed un servizio di vigilanza privata notturna. Ma, soprattutto, è emersa purtroppo la grande paura insorta nella cittadinanza per il perpetrare di questi continui misfatti.

 

Purtroppo, devo sottolineare con vivo disappunto e rammarico che la mia mozione “Città Sicure” non è stata assolutamente compresa dal Sindaco e dall’Amministrazione Comunale nella buona fede in cui era stata formulata. Infatti, il primo cittadino di Gallese ha bollato recentemente sui giornali la mia mozione come mera “propaganda elettorale”, rigettando al mittente il documento.

 

Un comportamento assai facinoroso del primo cittadino di Gallese che, invece di sostenere i buoni propositi della minoranza, li critica pesantemente senza valide motivazioni.

 

Non c’è nulla di male a chiedere l’intervento dello Stato se ci si sente abbandonati e non mi sembra affatto impossibile o improbabile che le Forze Armate Italiane, ripeto, già utilizzate sul campo con l’operazione “Strade sicure”, siano impiegate a carattere straordinario anche per arginare fenomeni di micro criminalità.

 

O quantomeno, se proprio non si può perseguire questo obbiettivo, lo Stato dovrebbe destinare una parte delle tasse che ottiene dai Comuni per intensificare le operazioni di sicurezza sul territorio.

 

Questo era ed è l’obbiettivo della mozione “Città Sicure”: stimolare l’attenzione dello Stato sui problemi reali del cittadino e lanciare un chiaro ed inequivocabile appello al Governo Centrale: non lasciateci soli.

 

Cosa, purtroppo, che nella mia Amministrazione Comunale non è stata affatto compresa, anzi, rispedita al mittente senza possibilità di appello.

 

Quindi, per non vanificare quanto proposto, mi sono sentito in dovere di inviare la mozione “Città Sicure” a tutti i Sindaci della Tuscia, sperando che abbiamo molto più buon senso e responsabilità civica della mia Amministrazione Comunale”.

 

Edoardo Ciocchetti (foto)
Gruppo Consiliare di Minoranza – Comune di Gallese

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.