“Tempo di purghe e di epurazioni, io non ci sto!”

0

Moltoni estromesso dalla Terza Commissione: Insogna si ribella, Oltre le Mura si sgretola.

 

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Francesco Moltoni è stato dimesso dalla Terza Commissione. L’annuncio, dato per via indiretta, è stato fornito dal presidente Mario Quintarelli, che in apertura di seduta ha dato lettura della composizione della Terza Commissione.

 

A seguito di quanto udito Moltoni resta incredulo e chiede immediatamente spiegazioni alla segretaria comunale, che replica: “Il regolamento prevede che il presidente di un gruppo possa scegliere il nome di un componente del suo gruppo da proporre all’interno di una commissione, nel caso in cui si riscontri l’assenza di uno di questi non sia presente in nessuna delle Commissioni consiliari”.

 

In buona sostanza, Tofani, non presente in nessuna delle Commissioni, si è sostituito a Moltoni.

 

Il vicepresidente della Terza Commissione, Gianmaria Santucci fa però osservare: “Ho già convocato i consiglieri della Terza Commissione, compreso Francesco Moltoni. Per correttezza potevate almeno renderci nota tale scelta prima che io inviassi gli inviti”.

 

La rabbia inizia a serpeggiare in aula. Tra i primi a sbottare il consigliere del gruppo misto Goffredo Taborri. “E’ ora di finirla con questa storia che la Terza Commissione debba essere composta principalmente da geometri, ingegneri e architetti. Da ora in avanti farò guerra a questa tendenza”.

 

Ma ad affondare il coltello in maniera decisa è il consigliere di Oltre le Mura Sergio Insogna: “Quello che è accaduto a Moltoni è vergognoso. Questa scelta sa tanto di’ epurazione. C’è un clima da purghe. E’ sempre più lampante come il presidente di Oltre le Mura faccia ormai quello che vuole senza confrontarsi con i componenti del gruppo. E’ chiaro che esiste un interesse affinché Moltoni venga estromesso perché probabilmente ritenuto scomodo. Certo è che così non si può andare avanti. In questo consiglio siamo in mano a delle bande che hanno interessi a fare determinate operazioni in barba al confronto democratico e questo non è più accettabile. Michelini ha svenduto Oltre le Mura e, per questo motivo, mi candiderò anche oggi alla presidenza del consiglio, per oppormi a questo sistema di fare politica.

 

A seconda poi di come andrà la votazione – conclude Insogna – valuterò il da farsi e prenderò le dovute contromisure”.

 

Che siano prossimi atri due imminenti passaggi da Oltre le Mura al gruppo misto?

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.