Complesso Scolastico Cardinal Ragonesi, grande partecipazione all’incontro sul metodo Montessori

0

VITERBO – Grande successo di partecipazione al seminario di approfondimento del metodo Montessori che si è tenuto a Viterbo, presso Il Complesso Scolastico Cardinal Ragonesi: oltre agli educatori, agli insegnanti e ai genitori, più di 70 sono stati gli educatori specializzati nel metodo Montessori, provenienti da tutta la Tuscia, che entusiasticamente hanno aderito all’iniziativa voluta e organizzata dall’A.Pe.M. Associazione Pedagogia Moderna, in collaborazione con l’Opera Nazionale Montessori.

 

Il tema del seminario è stato “Colori, pastelli e pennelli: l’esperienza espressivo-creativa nei bambini da 0 a 6 anni” ed è stato curato da Nicoletta Cola e Roberta Orlandi, formatrici dell’Opera Nazionale Montessori ed educatrici presso il Nido comunale Montessori di Roma. Nel corso dell’incontro sono state illustrate le attività montessoriane che favoriscono lo sviluppo dell’immaginazione infantile, attraverso l’attività grafica con le matite pastello e con il gesso sulla lavagna; la pittura con gli acquarelli e su cavalletto; stencil con colore a tempera; tratteggio con gli incastri di ferro e svariate attività manipolative.

 

Tutte attività che, seguendo la psicodidattica montessoriana, favoriscono lo sviluppo dell’immaginazione
infantile e la crescita armonica del bambino, futuro uomo.

 

Il seminario, la cui esperienza – visti anche gli eccellenti riscontri ottenuti – verrà in futuro ripetuta, si rivolge a tutti coloro che a vario titolo (genitori, educatori, nonni, baby sitter), abbiano il desiderio di esplorare i bisogni infantili legati alla sfera della creatività, dell’invenzione, della fantasia e dell’immaginazione.

 

Dopo un’introduzione teorica, supportata da foto e video, sono state illustrate e presentate, seguendo
scrupolosamente la psicodidattica montessoriana, le attività che favoriscono lo sviluppo dell’immaginazione infantile. Sono state fornite ai presenti anche importanti indicazioni su come scegliere le storie e le immagini da proporre ai più piccini.

 

Il seminario ha avuto quale fine non solo quello di fornire ai partecipanti una maggiore chiarezza teorica su cosa sia l’immaginazione, la creatività o la fantasia, termini utilizzati alle volte come sinonimi, ma anche far comprendere ai partecipanti come queste facoltà contribuiscono allo sviluppo globale della persona e quali sono i mezzi e le strategie da adottare per favorirle.

 

Al seminario sono intervenuti, tra gli altri, anche il Presidente dell’Opera Nazionale Montessori professor
Benedetto Scoppola, Il Presidente di Aninsei Confindustria Lazio dottor Goffredo Sepiacci, la professoressa Elisa Berti Calabrò, coordinatore dell’Infanzia Montessori e la dottoressa Silvia Somiglio, delegato regionale UIL Scuola.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.