Celleno, al via il progetto europeo YEP

0

CELLENO – Tutto pronto per YEP, il progetto europeo finanziato al Comune di Celleno nel programma Europa per i Cittadini. YEP (acronimo di Young Europeans Promoting social enterprises) si svolgerà nel comune della Teverina da giovedì 10 a venerdì 18 prossimo, ospitando un cospicuo numero di delegazioni di cittadini provenienti da ben sette Paesi dell’Unione Europea.

 

Partecipano anche altri due comuni della Teverina, Castiglione e Graffignano e il comune amico di Ceresara (provincia di Mantova). Cittadini, amministratori, dirigenti di imprese sociali e responsabili di associazioni di volontariato per sette giorni discuteranno del futuro dell’Europa, dei progetti sociali da condividere e realizzare in partnership, delle buone prassi in ambito educativo, socio-assistenziale e della formazione. Tutte le delegazioni, provenienti dai comuni polacchi di Serock e Wieliszew gemellati rispettivamente con Celleno e Graffignano, di Lanskroun (Repubblica Ceca) ed Herrera del Duque (Spagna) entrambi gemelli di Castiglione in Teverina, dai comuni di Dionysos (Grecia) e di Idalion (Cipro) e Siret (Romania), affronteranno una settimana di dibattiti e tavole rotonde nella ricerca di punti di comune approccio alle problematiche sociali. Non mancheranno i momenti in cui a parlare e a mettere in scena le proprie potenzialità saranno le imprese sociali locali, anche con visite nei propri luoghi di lavoro, dimostrazioni pratiche e attività laboratoriali. Tra queste ad esempio la performance teatrale dei ragazzi dell’Associazione Amici di Galiana e la visita alla fattoria didattica della Cooperativa Sociale Alice.

 

“Sarà un occasione di grande crescita culturale e civile – ha dichiarato il Sindaco del Comune di Celleno Marco Bianchi – perché il confronto spinge sempre al miglioramento grazie alla conoscenza reciproca. Per noi è un onore ospitare questo progetto per qualificare i servizi sociali offerti, ma è anche un banco di prova di ospitalità turistica che garantiremo alle delegazioni straniere. La messa a punto di un sistema di albergo diffuso che parte dalla disponibilità dei cittadini di Celleno, che ringrazio, a mettere a disposizione le proprie “seconde case” di Celleno Vecchio, è per noi un banco di prova importante per riqualificare il centro storico e per garantire ricettività ad un territorio turisticamente nevralgico per chi vuole visitare la Teverina, Civita di Bagnoregio, Orvieto, il lago di Bolsena e Viterbo. L’organizzazione del progetto e l’indotto che esso genererà ci spingono a pensare che, se la nostra cittadina diventerà turisticamente ospitale, ci saranno margini di uno sviluppo economico futuro. Per quanto riguarda il progetto YEP non vedo l’ora – ha concluso il sindaco Bianchi – che i vari cittadini europei invitati, a cui do il mio sincero benvenuto – si mettano all’opera, insieme alle delegazioni italiane, per gettare le basi di un amicizia e di una collaborazione duratura”.

 

“Invitiamo la cittadinanza – ha dichiarato il vicesindaco Ylenia Proietti, delegata peraltro alle Politiche Sociali – ad affiancare l’amministrazione comunale ed a rendersi amica di questi rappresentanti di altre piccole città europee come Celleno. Occasioni di dialogo e divertimento durante la loro permanenza ci saranno, dalla Festa del SS. Crocefisso ai vari momenti conviviali organizzati dalle associazioni locali come la Pro Loco, l’Avis, la Protezione Civile e il Centro di Aggregazione Sociale o quelle di Castiglione in Teverina e Graffignano; a tutte loro e ai tanti volontari che ci stanno aiutando, per primi, va il mio più sentito ringraziamento”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.