Carla Fracci apre il Festival Internazionale della Danza e delle Danze con una nuova creazione per la città di Nepi

0

 

NEPI – Giovedì 23 giugno si dà inizio a Nepi, nel Castello dei Borgia, alla seconda edizione del Festival Internazionale della Danza e delle Danze, fondato da Paolo Tortelli e Maria Pia Liotta, organizzato da Alta Classe Accademia dello Spettacolo, sotto la direzione artistica di Maria Pia Liotta e con il patrocinio del Comune di Nepi. Tre giorni di grandi esibizioni con ospiti prestigiosi provenienti da tutto il mondo e rappresentanti autorevole del settore tersicoreo.

 

Un’importante novità di questa edizione è rappresentata dalla giornata dedicata ai giovani danzatori provenienti da tutto il mondo con il concorso internazionale. Il giorno 22 giugno alle ore 16.00 al Castello dei Borgia si dà inizio al Primo Concorso Internazionale di danza. Il concorso è aperto ad associazioni, scuole di danza e ballerini non professionisti suddiviso nelle seguenti discipline: Danza classica (repertorio, classico, neo-classico), Danza moderna e contemporanea. La giuria sarà composta da giudici professionisti qualificati nel settore di comprovata fama e prestigio internazionale. Il vincitore in assoluto avrà diritto alla partecipazione al Gala di apertura del Festival Internazionale della Danza e delle Danze il 23 Giugno 2016.

 

Un momento didattico molto importante che precede il Festival che rappresenta una grande maratona della danza che anche quest’anno garantisce un programma vasto, innovativo di grande apertura di spirito e di sicura qualità artistica. Il direttore del Festival, Maria Pia Liotta, come sempre guarda al futuro, proponendo anche quest’anno sulla scena italiana uno spettacolo che, basato sulla solida struttura del balletto tradizionale, si apre verso nuovi stili e cresce verso le varie discipline della danza, dal classico al contemporaneo, dal tango al flamengo, dall’hip hop ai balli caraibici e latino americani. Un progetto unico nel suo genere, quindi un incontro internazionale di danza e danzatori nelle varie tecniche e discipline, con l’obiettivo di coinvolgere tutti gli operatori del settore. Per la prima volta compagnie di danza di teatri di tutto il mondo, etoile, grandi interpreti del balletto si incontreranno per creare uno scambio culturale e professionale.

 

A rappresentare le varie discipline nelle tre serate in programma la massima espressione della danza internazionale, grandi stelle di chiara fama, ognuna protagonista indiscussa nel proprio genere: Ad aprire la prima serata Carla Fracci, con una nuova creazione, ideata e diretta da Beppe Menegatti. Un inedito che l’indiscussa divina della danza offrirà, per la prima volta, in esclusiva al pubblico di Nepi. Ancora durante le tre serate del festival si alterneranno sul palco: Kledi Kadiu, Josè Porcel, Alessandro Macario, Anbeta Toromani, gli OPLAS, compagnia di danza acrobatica, il danzatore nepesino Marco Marangio, il neoclassic Ballet di Sabrina Bosco, il fantastico mondo dell’hip hop e breakdance dei Gozzillaz all stars, il Teatro dell’Opera e del Balletto di Tirana, lo Spellbound Contemporary Ballet di Mauro Astolfi, Rebecca Bianchi e Alessio Rezza, Roberta Beccarini e Pablo Moyano. E poi un gradito ritorno Giusy Versace e Raimondo Todaro e la partecipazione di Alma Manera, al pianoforte il m° Kozeta Prifti. Le serate sono condotte da Beppe Convertini e da Maria Elena Fabi.

 

Durante l’ultima serata del Festival ritorna il premio “Lo Schiaccianoci d’Oro”, istituzionalizzato nella prima edizione del Festival. A grandi artisti, a esponenti autorevoli del settore, un riconoscimento per la loro fedele dedizione ad un’arte, quale la danza, e che hanno fatto della danza la loro espressione di vita. Il premio è stato creato dall’artista Enrico Manera. Ques’anno tra i premiati: Franco Miseria, Alfio Agostini, Giuliano Peparini, e altri.

 

Durante le serate si alterneranno sul palco esibizioni di stile e tradizione, a realtà creative più attuali. In programma quindi l’assolo di Kledi Kadiu per ricordare la sua Terra con coreografie di Genti Doda e musiche originali dell’Albania; il passo a due di Anbeta Toromani e Alessandro Macario, tratto dal balletto Coppelia di Amedeo Amodio, gli OPLAS che presenteranno due suite da alcuni spettacoli di grande successo: la prima tratto dallo spettacolo “Touch” e arricchito di alcuni passaggi originali per l’esibizione di Nepi; la seconda suite dall’oramai celebre “C’era una volta un lago dei cigni”. Entrambe le esecuzioni prevedono il ricorso alla tecnica della danza sui trampoli che ha reso la compagnia famosa ed unica nel suo genere in tutto il mondo.

 

Uno spazio dedicato ai giovanissimi con una selezione dei migliori street artists del momento per uno spettacolo inedito che fonde la storia della musica con quella delle grandi migrazioni umane è rappresentato dall’esibizione dei Gorillaz all stars. La serata internazionale vede protagonista il flamengo di Josè Perez con la sua compagnia con musica dal vivo e il Teatro dell’Opera e del Balletto di Tirana.

 

Ancora il tango di Roberta Beccarini e Pablo Moyano, lo stile inconfondibile e contemporaneo degli Spellbound Contemporary Ballet di Mauro Astolfi che regaleranno al pubblico un nuovo allestimento realizzato per il Festival, il passo a due tratto da L’Arlesienne di Rebecca Bianchi e Alessio Rezza, il neo classic ballet che interpreterà Three Soul, una creazione realizzata per il Festival da Sabrina Bosco, la sorpresa per il suo pubblico del danzatore di Nepi Marco Marangio in coppia con Marta Marigliani e ancora la spontaneità e l’energia di Giusy Versace e Raimondo Todaro.

 

Nel dettaglio:
Sotto un cielo di Stelle
giovedì 23 giugno – ore 21.15. Castello dei Borgia – Nepi
Serata Internazionale
venerdi 24 giugno – ore 21.15. Castello dei Borgia – Nepi
Gran Gala del Festival e cerimonia finale di consegna del Premio “Lo Schiaccianoci d’oro”
sabato 25 giugno – ore 21.15. Castello dei Borgia – Nepi

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.