Venerdì la presentazione del libro “Le cinque piaghe di Cristo”

1

VITERBO – Venerdì, 29, Aprile 2016 ore 16,30, al CEDIDO, Centro diocesano di documentazione per la storia e la cultura religiosa, Piazza S. Lorenzo, 6a – Viterbo , la presentazione del libro “Le cinque piaghe di Cristo”, di Bernardino De Angelis, arciprete di Canepina, stampato a Ronciglione nel 1657, ristampa a cura del Prof. Quirino Galli.

 

Interverranno: Federico Doglio e Luigi Tani. Coordina Luciano Osbat

 

Nel 1657 Bernardino De Angelis, parroco e arciprete di Canepina, dava alle stampe una sua opera teatrale. “Le cinque piaghe di Cristo”, Tragedia sacra. Bernardino nacque nel 1616 a Canepina, ma non è ancora possibile conoscere la data della sua morte non essendo stato trovato alcun documento in merito. Dalle ricerche effettuate nell’Archivio di Stato di Viterbo sono emersi dati che fanno supporre che egli appartenesse a una famiglia agiata; e, poiché non esistono notizie in merito, è da supporre che egli abbia potuto seguire gli studi privatamente; infatti, scrive componimenti poetici sia in italiano, sia in latino.

 

Inoltre insegnò Filosofia presso la Curia romana. La sua opera ha per argomento la narrazione evangelica della Settimana santa. Ma, come egli afferma nella dedica al Cardinale Marcello Santacroce, poiché il suo fine è quello di destinare il suo testo tanto agli intellettuali, quanto alle persone del popolo, alla narrazione dei Vangeli aggiunge qualcosa, come monologhi, o dilata attraverso il dialogo il singolo episodio. Lo stile del testo, dunque, è una efficace commistione di lingua aulica e lingua quotidiana. in stretta armonia con la temperie culturale del tempo nel mondo cattolico. L’autore, assumendo tutte le sollecitazioni che gli vengono dal Concilio di Trento, è immerso nella cultura barocca e, dunque, il teatro è inteso come pura finzione, o apparenza, ma può essere anche un momento di profondo rinnovamento spirituale.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.