Judo, il campione Gennaro Maccarro alla manifestazione giovanile e scolastica contro il bullismo

0

VITERBO – Il pluricampione di judo e arti marziali Gennaro Maccarro ha partecipato su iniziativa della società Tuscia Judo Viterbo ad una manifestazione giovanile e scolastica nel quadro delle attività di lotta e prevenzione al bullismo.

 

All’iniziativa, che si è svolta nella palestra della Verità, a Viterbo, hanno partecipato anche alcune classi del liceo scientifico “P. Ruffini”.

 

“In una giornata dedicata alla prevenzione di comportamenti violenti – ha specificato il maestro Maccarro – lungi da noi trasmettere ai ragazzi tecniche violente. Nel nostro incontro infatti abbiamo preso in considerazione l’aspetto dell’autodifesa affinché ne possa prendere coscienza chi purtroppo subisce atti di bullismo da parte dei coetanei”.

 

“Abbiamo detto ai ragazzi – continua Maccarro – che le persone posseggono, spesso senza accorgersene, delle leve straordinarie. Abbiamo quindi dimostrato che basandosi solo ed esclusivamente sull’effetto ‘leva’ dei nostri arti è possibile far fronte a situazioni critiche e contingenti senza subire danni fisici”.

 

Gennaro Maccarro, tra l’altro fondatore del “metodo globale di autodifesa” e già formatore nella Scuola superiore di polizia, dopo il pensionamento ha messo a frutto la sua esperienza per trasmettere ai giovani le sue conoscenze.

 

“Ringrazio – dice ancora – la dirigente scolastica e il maestro Lini del Tuscia Judo Viterbo per avermi dato la possibilità di trascorrere una mattinata in mezzo al mondo giovanile, quello che io amo di più. La sicurezza in se stessi – continua – è una componente fondamentale per gestire il problema del bullismo, ma per avere sicurezza in se stessi è necessario conoscere le potenzialità del nostro corpo, in particolare dei nostri arti che, se usati come leve attraverso alcune tecniche, sono in grado di neutralizzare aggressioni senza causare danni né all’aggredito, né all’aggressore”.

 

Come dire, datemi una leva e vi solleverò il mondo.

 

“Resta inteso – ha poi concluso – che il problema del bullismo va affrontato soprattutto in sinergia con la scuola e le famiglie. Tesi che, insieme a Patrizia Maccarro e Andrea Pisani, abbiamo sviluppato nel libro “Didattica contro il bullismo”.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.