Stella Azzurra, si ricomincia

0

 

VITERBO – Sono passati ormai cinque mesi da quella splendida gara contro Palermo che decretò la permanenza in Serie B della Stella Azzurra, senza necessità di passare attraverso la fase di playout. Una partita che significò moltissimo per l’intera stagione e che concluse di fatto un anno estremamente positivo per una squadra giovane, ma valorizzata dalla presenza di un nucleo più esperto, che dimostrò la validità della scelta tecnica fatta ad inizio anno.

Oggi la Stella Azzurra riparte da alcuni punti fermi: la rinnovata presenza di un nucleo di giocatori che lo scorso anno ha ben figurato (Riccardo Rovere, Giulio Cianci, Andrea Meroi, Leonardo Casanova, Matteo Gasbarri), con la bellissima conferma del leader del gruppo (Fabio Marcante) che ha voluto rimanere ancora con i biancoblu, nella consapevolezza di tutti che anche in questo campionato, classe, esperienza, autorevolezza e carisma, caratteristiche che lo hanno fatto apprezzare in tutta la sua carriera, saranno oltre che le sue, anche le armi migliori dei viterbesi.

In più i nuovi arrivati: Francesco Ingrillì, Luca Fowler, Gian Marco Ianuale, Alessandro Ciampaglia e Sandro Listwon, rappresentano le novità biancostellate, una pattuglia di ottimi giovani con brillanti risultati già all’attivo, alcuni dei quali con solida esperienza di categoria. A questo gruppo il confermatissimo coach Fanciullo ed i suoi assistenti Cardoni e Balestrino si affidano per regalare a tutti gli appassionati viterbesi un’altra positiva stagione, tra l’altro caraterizzata dall’arrivo del nuovo Main Sponsor “BALLETTI PARK HOTEL”.

La società è consapevole che ci saranno tanti ostacoli da superare, squadre molto forti costruite per la promozione che creeranno problemi, avversari agguerriti, trasferte lontane e difficili.

La Stella è ancor più dello scorso anno, una squadra giovane. Che ha però la consapevolezza che in campo si va con la qualità (che non manca), ma anche con la convinzione, il lavoro duro e la fatica degli allenamenti e soprattutto la voglia di dare sempre e comunque il massimo, applicando quella regola, che il coach ha trasmesso fin dal primo giorno ai suoi ragazzi “di alzare sempre la propria asticella”.

Ricomincia dunque una nuova avventura che va affrontata con il massimo impegno e soprattutto con la certezza, oggi come lo scorso anno, di essere dentro e fuori dal campo, un gruppo unito, in cui ognuno dovrà portare il proprio contributo, ma giocherà per tutti gli altri. Ci si attende un’altra bella storia, da vivere per i colori sociali, per la Città che questa squadra rappresenterà in tanti campi d’Italia con l’obiettivo di cogliere importanti soddisfazioni per i ragazzi e per i tifosi, ai quali, come sempre, si chiede di essere un fattore importante in ogni minuto di gara.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.