Successo al Salamaro per la prima “Cena di mezza estate”

0

 

VITERBO – Venerdì 29 luglio 2016, presso l’Oratorio della Chiesa della Sacra Famiglia al Salamaro, si è svolta la prima “Cena di mezza estate” organizzata dalla Fondazione Oltre Noi ONLUS.

La Fondazione, costituitasi il 10 febbraio 2016, grazie alla collaborazione del Notaio Federico Tedeschi Porceddu, dall’unione di 13 Associazioni di Volontariato che si interessano di disabilità fisica psichica e sensoriale e, più in generale, di disagio sociale, dopo un lavoro di quasi due anni e dopo il riconoscimento come ONLUS, si appresta a completare il Suo percorso con il riconoscimento giuridico che, in questi giorni, dovrebbe arrivare dalla Regione Lazio.

L’evento, nel corso del quale sono stati raccolti fondi volti al finanziamento dei progetti della Fondazione, è stato reso possibile grazie alla consueta sinergia di molte realtà del mondo del Volontariato ed imprenditoriale viterbese, vicine alla Fondazione fin dai tempi del Comitato Promotore, nato nel 2014.

La cena, cui hanno partecipato circa 240 persone, si è svolta presso l’oratorio della Parrocchia della Sacra Famiglia, gentilmente ed “eccezionalmente” messo a disposizione da Don Luca Scuderi, mentre la cucina, come al solito impareggiabile, è stata curata e guidata dalle instancabili “Cuoche” del “Club Amici di Pianoscarano Giulio Selvaggini”.

Patrocinatore della serata e Partner privilegiato il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, vicino da sempre alla Fondazione; ad esso si sono poi affiancate varie realtà imprenditoriali viterbesi che con contributi economici o fornitura di beni hanno voluto testimoniare la loro vicinanza al progetto: la “Cooperativa Zootecnica Viterbese”, la “Cooperativa Sociale Integrata Gli Anni in Tasca”, la “Cooperativa Sociale Integrata Alice” e l’Agriturismo “Braciami”.

Ospite d’onore il Prefetto Rita PIERMATTI che ha voluto trattenersi fino al termine della serata, desiderosa di portare il sostegno delle Istituzioni ad un progetto così importante per la provincia, e di conoscere ancor più da vicino il mondo attivo e propositivo del Volontariato Viterbese. Anche la presenza di numerosi Assessori e Consiglieri Comunali dei diversi schieramenti politici, oltre che ovviamente del Presidente della Consulta del Volontariato Marco CIORBA e del Delegato al Volontariato Paolo MORICOLI, ha confermato l’attenzione delle Istituzioni che, si auspica, a breve si possa trasformare anche in azioni concrete.

La serata, infatti, è stata l’occasione per ringraziare ufficialmente i tanti sostenitori della Fondazione, Enti, Imprenditori e singoli cittadini, che hanno già voluto dimostrare concretamente il loro sostegno al progetto, ma soprattutto per presentare i progetti a cui la Fondazione lavorerà nel medio-breve termine: il progetto di Autonomia Abitativa di Monterazzano, voluto dal Comune di Viterbo e di cui si attende a giorni la ratifica della Regione, il progetto di abitare autonomo “Casa Pilastro” in collaborazione con la AUSL e la Cooperativa Sociale Integrata “Gli Anni in Tasca”, il progetto di Agricoltura Sociale in collaborazione con la Cooperativa Sociale Integrata “Alice”, l’Associazione AFESOPSIT ed il Dr. Rebonato, ed il progetto di facilitazione comunicativa per non vedenti, ipovedenti e disabili fisici “Speaky facile”.

La cena curata dagli amici di Pianoscarano, è stata come al solito perfetta, grazie anche ai Camerieri “Speciali” Fabio, Barbara, Luca, Federico e Riccardo, che partecipano ad un progetto dell’UOSDDA della AUSL di Viterbo, coordinati dall’educatore Cristiano Morganti, e dagli Scout del Gruppo AGESCI “Viterbo 4” e “Viterbo 5”, coordinato da Paolo Moricoli.

Una serata “speciale” dunque per un obiettivo veramente “speciale”, garantire a chi è in difficoltà un futuro sereno anche “Oltre Noi”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.