Via libera alle variazioni di bilancio

0

 

VITERBO – Variazioni di bilancio, finalmente ci siamo. Dopo una serie si sedute saltate a causa dell’assenza del numero legale la maggioranza non ha più scuse ed è costretta a presentarsi obbligatoriamente in aula in seconda convocazione. D’altronde il termine ultimo per l’approvazione è dietro l’angolo e il rischio di far cadere la giunta in caso di mancato via libera va assolutamente scongiurato.

A tal riguardo, la seduta vede l’opposizione essere particolarmente critica nei riguardi della giunta, sia per il modo in cui si è arrivati a discutere di un tema così importante sia per i contenuti presenti nella variazione.

Tra i più insoddisfatti il consigliere di Fondazione Gianmaria Santucci: “Negli ultimi anni – sottolinea – il bilancio è purtroppo figlio di consiglieri che anziché chiedere servizi chiedono cose. Il risultato è che dal punto di vista delle entrate la situazione non regga più, con l’amministrazione sempre più impegnata in un’esazione continua.

Nel contempo non si può non notare come la stessa struttura del gettito Imu inizi a dare segni di difficoltà. Per non parlare poi della discutibile interpretazione dell’housing sociale, della scelta di far pagare l’Imu alle cooperative e il continuare a mantenere alta la suddetta imposta per i capannoni, ottenendo tra l’altro, nello scorso anno, un gettito pari a zero. Di questo passo i proprietari saranno costretti a vendere.

In merito poi alle Rsa – prosegue Santucci – non basta dire che il Comune metterà 840 mila euro; bisogna specificare le annualità in cui saranno posti. Il problema vero riguarda infatti gli anni 2015 e 2016, a causa di una delibera in cui il Comune si tirò di fatto fuori, mettendo in difficoltà i pazienti e le loro famiglie, divenuti diretti debitori nei riguardi delle strutture sanitarie. Che ne sarà poi degli interventi in programma nelle frazioni? Attendiamo fatti concreti da parte dell’amministrazione”.

Giunti al momento della votazione, preceduta da una serie di emendamenti presentati dalla minoranza (e puntualmente respinti), la maggioranza (orfana degli assenti Serra, Quintarelli e Volpi) si compatta e vota in favore delle variazioni di bilancio, dando così il via libera al documento. La giunta Michelini supera così indenne lo scoglio principale dell’estate 2016, mostrando in ogni caso un non velato affanno che non lascia ben sperare per il prosieguo della consiliatura.

Massimiliano Chindemi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.