Ente Nazionale Protezione Animali, è la più antica e la più grande associazione animalista italiana, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente come associazione di tutela ambientale.

Gli scopi che tende perseguire sono di tutela e protezione di tutte le specie animali, pertanto l’istituzione di una sua Sezione, all’interno di una importante comunità come quella aquesiana è il sintomo di quel processo di civilizzazione che sta interessando l’intera Nazione nel riconoscere gli animali, non come cose ma come esseri senzienti.

Attiva da qualche mese, sono stati molti gli interventi di recupero di cani e gatti randagi che hanno trovato, non solo cure, ma una vera e propria seconda possibilità di vita. Attualmente si contano circa una ventina di animali recuperati tra cani e gatti.

L’obiettivo dell’associazione – scrive Evaristo Cerrini – è avvicinare i cittadini al rispetto degli animali per una sana e pacifica convivenza, infatti molte sono state le campagne di sensibilizzazione attuate nei confronti di cittadini con delle criticità, come ad esempio: la sterilizzazione, l’ obbligo di microchip nel cane o semplicemente la fornitura di cibo o cucce a chi si trova senza mezzi. Innumerevoli sono state le collaborazioni con rifugi limitrofi al nostro territorio e sempre più attiva è la collaborazione con il Corpo Forestale che ringraziamo vivamente.

Ricordiamo che l’E.N.P.A. è un’associazione di volontariato, senza scopo di lucro e senza alcun tipo di finanziamento pubblico. Pertanto chi volesse partecipare alla vita associativa o semplicemente seguire quello che viene fatto ogni giorno, può farlo contattandoci sulla pagina facebook al seguente link: ENPA- Sezione di Acquapendente.

Commenta con il tuo account Facebook