ACQUAPENDENTE – Il Partito Democratico concede il bis ad Acquapendente. A poche ore dalla riconferma di gruppo leader nel panorama politico altoviterbese, seppur in flessioni rispetto al 2013 (-616 voti) raggiunge 998 voti (percentuale 33.78%) contribuendo decisamente all’affermazione territoriale della lista di centro sinistra a guida Nicola Zingaretti (1.275 voti percentuale 38.12).

Tra gli apparentementi lista in crescita rispetto al 2013 la lista Zingaretti (cinquanta voti in più e percentuale del 3.31%). Portano “acqua al mulino successo” Liberi ed Uguali (463 voti percentuale 1.55%), + Europa (244 voti percentuale 0.81%), Centro Solidale (245 voti percentuale 0.81%), Italia Europa Insieme (66 voti percentuale 0.20%). La bella affermazione del candidato di centro-destra Stefano Parisi (1.020 voti percentuale del 30.5%) è soprattutto merito della Lega Nord (491 voti percentuale 16.62%) che scalza dalla leader coalizione Forza Italia che rispetto al 2013 perde 235 voti attestandosi su una percentuale dell’8.53%. Seppur ottenendo 15 voti in meno rispetto al 2013 incremento positivo in percentuale per Fratelli d’Italia che si attesta sul 4.06%. Completano l’apparentamento Energie per l’Italia (102 voti percentuale 3.45%) e UDC (14 voti percentuale 0.47%). Buona uscita tanto per la candidata Roberta Lombardi (796 voti percentuale 23.80%) che l’apparentato Movimento 5 Stelle che rispetto al 2013 guadagna 117 voti attestandosi sul 20.78%.

Il candidato Sergio Pirozzi prende 126 voti (percentuale 3.76%), mentre può sicuramente esultare Casapound Italia che rispetto al 2013 guadagna 52 voti, si attesta sul 2.33% permettendo al candidato regionale Mauro Antoni di conquistare 88 voti. Gli altri candidati in grado di conquistare voti Elisabetta Canitano con Potere al Popolo (21 voti, percentuale 0.62%), Stefano Rosati di Riconquistare l’Italia (10 voti percentuale 0.29%), Giovanni Paolo Azzaro (4 voti percentuale 0.1%), Jean Leonard Touadi (4 voti percentuale 0.1%), Civica Popolare Lorenzin (4 voti percentuale 0.13%). Rispetto al 2013 diminuiscono fino a -331 i voti validi (si passa da 3.829 a 3498), come i totale votanti (da 4.692 a 3.498 per un -1.194), In ribasso la percentuale votanti (si passa da 81.6% a 77.9% per un saldo negativo di -3.7%).

Commenta con il tuo account Facebook