ACQUAPENDENTE – “Comunico ai cittadini aquesiani che sono state revocate tutte le ordinanze sulla non potabilità dell’acqua”.

Questo quanto comunicato nel pomeriggio dal Sindaco di Acquapendente Dottor Angelo Ghinassi”. “ Da oggi 29 settembre”, sottolinea, “ l’acqua torna potabile su tutto il territorio comunale. Sono arrivate le comunicazioni della ASL circa i nuovi prelievi ed i valori, sia per l’arsenico sia per i fluoruri, sono tornati al di sotto della soglia prevista dalla legge. Questo vale per l’intera rete degli acquedotti”. Di seguito pubblichiamo il testo completo dell’Ordinanza di revoca fattaci pervenire dallo stesso primo cittadino: ORDINANZA N° 140 / 2017 OGGETTO: REVOCA Ordinanze N. 105/2017, N. 122/2017 e N. 125/2017 relativa al divieto di utilizzo per uso potabile dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale nel Capoluogo per concentrazione di fluoruri e arsenico superiore ai limiti previsti dal D.Lgs. n. 31/2001.

IL SINDACO RICHIAMATE le precedenti Ordinanze Sindacali N. 105/2017, N. 122/2017 e N. 125/2017, con le quali veniva disposto il divieto di utilizzo per uso potabile dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale nel Capoluogo e nella Frazione di Trevinano, per concentrazione di fluoruri ed arsenico superiore ai limiti previsti dal D.Lgs. n. 31/2001; VISTA la nota della ASL Viterbo – Dipartimento di Prevenzione – Servizio Igiene Alimenti Nutrizione Acque Potabili Pubbliche, Prot.llo n. 75975 del 29/09/2017, nos. Prot.llo n. 10896 del 29/09/2017, da cui risulta che in data 26/09/2017 l’ARPA LAZIO – sede di Viterbo, ha effettuato dei nuovi prelievi di acqua potabile e che il valore dei parametri fluoruri ed arsenico per l’acquedotto che fornisce il Capoluogo e la Frazione di Trevinano sono conformi ai limiti di legge; CONSIDERATO che occorre provvedere alla revoca totale delle precedenti Ordinanze Sindacali N. 105/2017, N. 122/2017 e N. 125/2017 sopra richiamate; VISTA la Legge 142/90 e s.m.i.; VISTO il D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000 e s.m.i.; VISTA la Legge N. 833/78 e s.m.i.;, VISTO il D.Lgs. n. 31/2001 e s.m.i.; Preso atto di quanto sopra premesso; ORDINA LA REVOCA delle Ordinanze Sindacali N. 105/2017, N. 122/2017 e N. 125/2017, con le quali veniva disposto il divieto di utilizzo per uso potabile dell’acqua erogata dall’acquedotto comunale nel Capoluogo e nella Frazione di Trevinano, in quanto, a seguito dei nuovi prelievi di acqua potabile effettuati dall’ARPA LAZIO – sede di Viterbo in data 26/09/2017, risulta che i valori dei parametri fluoruri ed arsenico sono conformi ai limiti di legge. DISPONE La pubblicazione della presente ordinanza all’albo pretorio on-line, sul sito istituzionale e nei luoghi pubblici del territorio comunale; L’invio della presente all’ASL Viterbo e alla soc. TALETE S.P.A.; Che il gestore dell’impianto di potabilizzazione provveda a garantire il regolare funzionamento e manutenzione dello stesso; Che il gestore della rete idrica provveda a garantire costantemente l’erogazione di acqua conforme a tutti i parametri previsti dal D.Lgs. n. 31/2001, con particolare riferimento ai fluoruri ed al parametro arsenico. Il Settore Tecnico è incaricato dell’esecuzione della presente ordinanza; Responsabile del Procedimento è l’Ing. Paris Francesco, Responsabile dei Servizi Tecnici del comune di Acquapendente – tel. 0763/ 7309-220-221-223-225; Contro la presente ordinanza potrà essere presentato ricorso entro 60 giorni dalla pubblicazione, al TAR Lazio o in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email