«Scriviamo – comunica Lega Salvini Premier, Coordinamento Comunale di Acquapendente – per manifestare le nostre perplessità riguardo alla gestione del Regolamento Edilizio Comunale (REC) da parte dell’attuale Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Angelo Ghinassi.

Con Delibera del Consiglio Comunale n 15 del 18/04/2019 viene approvato il REC, però a Luglio viene respinto dalla Provincia in quanto non conforme allo Schema del Regolamento Edilizio Tipo (RET), vale a dire tutto l’insieme delle regole e tecniche per definire gli interventi in ambito edilizio ed urbanistico.

Ricordiamo che con il D.G.R. n 243 del 19/05/2017 pubblicato nel BURL del 30/05/2017, la Regione Lazio approva lo schema RET e sempre con la stessa delibera si stabiliscono le procedure ed i tempi da seguire per l’adempimento da parte dei Comuni allo stesso.

Nello specifico, entro centoottanta giorni dalla pubblicazione della Delibera di cui stiamo parlando, i Comuni sono obbligati ad adeguare i propri regolamenti edilizi allo schema RET ed ai suoi allegati, ed in caso in cui al termine di questo periodo l’adeguamento non ci sia stato, vengono applicate direttamente le disposizioni ordinate in materia edilizia, prevalendo sulle disposizioni comunali.

Inoltre, in base all’articolo n 71 del IR n 38 del 1999 gli schemi del REC vengono trasmessi alla Provincia (o al limite a    ) che entro 60 giorni dal ricevimento potrà far pervenire al Comune le osservazioni sulla corrispondenza al RET e proponendo le varie modifiche. Però, come abbiamo già detto, il REC approvato dal Consiglio Comunale è stato respinto perché non conforme allo schema RET e l’Amministrazione Comunale è stata invitata a procedere alle opportune modifiche per l’adeguamento, e la cosa ci lascia perplessi perché fino ad adesso il Comune non ha mai avuto unamaggioranza di centrodestra ma partecipando attivamente alla vita comunale, non è mai successo che un piano regolatore proposto dall’Amministrazione sia stato respinto.

Inoltre siamo stupiti dal fatto che sia stato approvato un regolamento edilizio non conforme al RET: la D.G.R che approva il RET è del 2017, mentre il Regolamneto Edilizio Comunale in considerazione è del 2019. Come mai nel 2019 non è stato fatto un REC conforme a normative del 2017?

Come già abbiamo evidenziato, in base al D.G.R. n 243 del 19/05/2017 sono previsti centootanta giorni per l’adeguamento del Regolamento Edilizio Comunale al RET, ed il tempo è passato senza ombra di dubbio! Di chi è la colpa? A nostro parere le responsabilità sono ben definite!».