Dopo il sold out dello spettacolo fuori cartellone, Domenica 12 novembre 2023 alle ore 17.00 torna al Bianconi Michele La Ginestra, questa volta nel ruolo di regista, per aprire ufficialmente la Stagione in abbonamento con uno dei più attesi spettacoli del nuovo cartellone che giunge nel teatro dei Cimini dopo il debutto dello scorso anno al Sette di Roma: ALCAZAR partorito dalla grande penna di Gianni Clementi, uno dei più grandi sceneggiatori della commedia italiana moderna. Sul palcoscenico un cast eccezionale, assolutamente all’altezza dell’impegnativo testo: Sergio Zecca, Francesca Baragli, Alessio Chiodini, Alessandro Frittella, Ilaria Nestovito, Maria Teresa Pascale e Tiko Rossi Vairo.

Dentro un rifugio antiaereo, nella Roma del ’43/44, una scalcinata compagnia di varietà, fra un bombardamento e l’altro, è costretta a preparare il nuovo spettacolo. Due ballerine, non più di primo pelo, l’improvvisato impresario e sua figlia, colpita dalla sfortuna nel corpo e nell’animo, un ballerino, di incerta inclinazione sessuale, un operaio, inventato ballerino per l’occasione, e l’Attore, con la “A” maiuscola, affamato ma ricco di charme. La fame, la crudeltà e l’orrore della guerra si consumano quotidianamente alla luce del sole. Per il gruppo di disperati, stare lì in quel rifugio a provare incerti passi di ballo o monologhi comici che non fanno ridere nessuno, o ragionare su come procurarsi, alla borsa nera, la cipria per il trucco, significa esorcizzare il concetto stesso di fine. Andare in scena a tutti i costi è la loro missione. Ma il vero Alcazar, la vera fortezza, il vero rifugio dei nostri eroi continuerà ad essere per sempre quel buco umido, buio. Il rifugio delle loro anime. La resistenza al destino. Il luogo della speranza.

Un testo bellissimo di Giovanni Clementi che, come in molti altri lavori, alcuni dei quali portati in scena anche al Bianconi (Grisù, Giuseppe e Maria; Ben Hur; Sugo finto; Nemici come prima; ecc.), parte dai grandi, tragici eventi della nostra Storia (con la esse maiuscola) tessendo trame delicate, sapientemente equilibrate tra grandi risate e forti emozioni, per narrare le vite di semplici persone, popolani, nel senso di appartenenti al popolo, che con coraggio ed espedienti talvolta tragicomici, trovano sempre la via per sopravvivere senza perdere la speranza in un mondo migliore. Una commedia amara, brillante e originale, nel solco della migliore tradizione italiana: divertente, a volte esilarante ma anche commovente, tragica. Un turbinio di fortissime suggestioni contrastanti, sapientemente diretto da Michele La Ginestra, che sicuramente travolgeranno i fortunati spettatori.

Insomma uno di quei appuntamenti che l’attento pubblico del Bianconi sicuramente non vorrà perdere e le prime prenotazioni veleggiano rapide verso un nuovo sold out per cui chi non vorrà perdersi questo piccolo “gioiello” della commedia italiana dovrà affrettarsi a prenotare uno dei tagliandi ancora disponibili.

Per informazioni e prenotazioni basta visitare la pagina Facebook del Teatro Bianconi o il sito internet www.teatrobianconi.it oppure telefonare al 340.1045098