CIVITA CASTELLANA – L’assessore all’Ambiente Massimiliano Carrisi rende noto che la giunta comunale, con deliberazione n. 226 del 07.12.2022, ha approvato il progetto relativo alla “Gestione del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani, spazzamento stradale e altri servizi accessori”.

Tale progettazione ha tenuto conto del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro di settore e del decreto del ministro della transizione ecologica del 23 giugno scorso, avente ad oggetto i “Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, della pulizia e spazzamento e altri servizi di igiene urbana”.

Il progetto approvato è stato pensato per raggiungere tre obiettivi principali: ambientale, economico e sociale. Il primo riguarderà la riduzione dell’impatto ambientale nella gestione dei rifiuti, non solo in termini di diminuzione della produzione del rifiuto stesso, ma anche di contenimento degli impatti legati al movimento dei mezzi di raccolta ed al conseguente consumo delle risorse energetiche. Per quanto concerne il profilo economico e sociale si punta sulla possibilità di contenere i costi dei servizi a carico dell’utenza.

In base al progetto varato dalla giunta comunale, il cittadino dovrà diventare soggetto attivo del sistema, responsabile e consapevole delle opportunità e delle criticità nella gestione dei propri rifiuti. In particolare, l’ottimizzazione del servizio, sino all’auspicabile raggiungimento della tariffa puntuale, e la misurazione dei vari conferimenti potranno determinare una riduzione dei costi in bolletta per i cittadini, soprattutto quelli più virtuosi e impegnati nella raccolta differenziata. In altre parole, chi sarà capace di ridurre i rifiuti indifferenziati pagherà una bolletta più leggera. Altro obiettivo principale è il raggiungimento dell’82% di raccolta differenziata. Per tale finalità sarà fondamentale l’attività del direttore dell’esecuzione del contratto che avrà il compito di vigilare e controllare lo svolgimento ottimale dei servizi. Anche Civita Castellana, inoltre, avrà le sue isole ecologiche informatizzate dotate di un sistema di videosorveglianza per il controllo dell’area circostante. Tra gli altri aspetti migliorativi del servizio contenuti nel documento va sottolineato l’incremento della frequenza dei passaggi per il ritiro della frazione organica: dalle attuali due giornate (martedì e sabato) si passa a tre giornate (martedì, giovedì e sabato) per tutto l’anno, anziché solo nel periodo estivo come avviene attualmente, al fine di ridurre il disagio causato ai cittadini della presenza della frazione organica nelle abitazioni. Il progetto prevede, inoltre, l’implementazione della frequenza e della modalità di spazzamento delle strade e delle piazze (marciapiedi compresi) e della raccolta dei rifiuti abbandonati sul suolo pubblico.

Articolo precedenteValentano, iniziato il percorso che porterà alla realizzazione dell’Access Point del Geoparco della Tuscia
Articolo successivoViterbo, maltrattamenti in famiglia, eseguite tre misure cautelari