Un nuovo appuntamento di grande interesse organizzato dall’associazione culturale nazionale Giorgio La Pira.

L’associazione, da lungo tempo molto attiva nel panorama culturale del territorio con incontri dibattiti e conferenze, ha in calendario, per sabato 19 ottobre, alle 16.30 un convegno su “Comunità e partecipazione in Adriano Olivetti”.

Con autorevoli relatori si analizzerà la figura rivoluzionaria dell’imprenditore, uno dei più grandi al mondo, la cui grandezza sta proprio, e soprattutto, in una visione che travalica l’idea pura e semplice di azienda per inserirla in un progetto estremamente organico.

Secondo Olivetti è prioritario realizzare un modello di impresa che sia non solo produttivo, ma anche e soprattutto etico-sociale, come risultato di sinergie intellettuali e culturali e perno principale di una società spiritualmente più elevata, attenta ai bisogni dell’uomo e alla sua realizzazione secondo le quattro forze spirituali: amore, giustizia, verità e bellezza.

Il costante tentativo olivettiano è stato quello di una restituzione di senso ad ogni aspetto della quotidianità: un senso al lavoro, alle persone, alle competenze, alla rappresentanza politica.

Della complessità della figura di Adriano Olivetti si parlerà con Giovanni Bianco (Università di Sassari), Carlo Bersani (Università Niccolò Cusano), Francesco Maria Biscione (storico), Aurelio Rizzacasa (Università di Perugia) Matteo Cosulich (Università di Trento) e Nicola Tranfaglia (Università di Torino).

Aprirà i lavori l’indirizzo di saluto di Emilio Corteselli, Presidente dell’associazione culturale nazionale “Giorgio La Pira”.

Il convegno vanta il patrocinio della Fondazione “Giorgio La Pira”, della Fondazione Adriano Olivetti , dell’Accademia di studi storici “Aldo Moro”, dell’Archivio storico Flamigni, del Comune di Civita Castellana e dell’Istituto Midossi.

Commenta con il tuo account Facebook