ORTE – Nella notte, i militari delle Compagni Carabinieri di Civita Castellana e Viterbo, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale di Viterbo, hanno tratto in arresto tre ragazzi italiani, per detenzione di droga ai fini di spaccio.

I carabinieri infatti, come riportato in un comunicato dell’Arma, nel corso del pomeriggio di ieri, fermavano un’autovettura con a bordo due maggiorenni ed una minore, provenienti da Roma e diretti in Umbria, e venivano sottoposti a controllo. A seguito di perquisizione personale il giovane autista veniva trovato in possesso di un modico quantitativo di cocaina. il sospetto, tuttavia, nasceva in capo ai militari che sottoponevano a perquisizione veicolare il mezzo dei giovani rinvenendo 20 panetti di Hashish, per un peso complessivo di 2 chilogrammi circa.

Le immediate attività investigativa poste in essere, consentivano di ricostruire il canale di approvvigionamento dei giovani, il loro spacciatore di Roma. Predisposto, dunque, un servizio di osservazione si individuava l’abitazione del sospettato che, nel corso della notte, veniva sottoposta a perquisizione domiciliare, nel corso della quale si rinvenivano altri 8 panetti di hashish, del peso complessivo di circa 800 grammi.

Le sostanze stupefacenti ed materiali sono stati sottoposti a sequestro, in attesa di essere versati presso ufficio corpi di reato.

I due maggiorenni arrestati in Orte, dopo le formalità di rito, sono stati tradotti presso casa circondariale “Mammagialla” di Viterbo, su disposizione dell’autorità giudiziaria, lo spacciatore arrestato a Roma veniva associato alla casa circondariale di Regina Coeli mentre la minore associata presso un centro di accoglienza di Roma.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email