VITERBO – In data odierna è stato convocato dal Prefetto, Dott. Bruno un incontro avente ad oggetto la verifica della situazione attuale delle strade che interessano il territorio provinciale.

All’incontro erano presenti oltre al Prefetto il Comandante della Polizia Stradale, Il Direttore Generale dell’ASTRAL, la Provincia di Viterbo e l’ANAS.

L’iniziativa del Prefetto è tesa ad istituzionalizzare degli incontri periodici con l’obiettivo di monitorare lo stato delle strade Provinciali.

Nel corso della riunione gli enti presenti hanno illustrato, ognuno per rispettiva competenza, le opere in corso di attuazione nonché quelle di prossima realizzazione.

In particolare l’ASTRAL ha in corso di appalto i seguenti 3 lotti che prevedono il ripristino delle pavimentazioni stradali più ammalorate per i quali l’inizio dei lavori è previsto entro marzo 2018:

• Lotto 1: tratto Capranica-Vetralla;
• Lotto 2: tratto Vetralla;
• Lotto 3: tratto Vetralla-Viterbo e tratto Montefiascone-Bolsena.

L’ASTRAL ha, altresì, precisato di aver installato tre postazioni di verifica del flusso veicolare, attualmente non funzionanti, che serviranno in futuro per il monitoraggio della circolazione stradale

L’ANAS ha in corso i seguenti interventi:

• consegna di lavori di rifacimento pavimentazione stradale sulla SS1 Bis dal Km. 0+800 al Km. 13,00;
• consegna della sostituzione della barriera centrale new jersey per circa 3 Km. dal Km. 56 al 58 della SS 675 nonché una programmazione di interventi fino al 2021 per la sostituzione totale degli stessi;
• lavori di prolungamento della SS 675 dal Km. 78,800 all’innesto al Km. 16+300 della SS 1BIS con prossima apertura al traffico entro la fine dell’anno.

La Provincia a partire dalla primavera prossima ha in programmazione interventi che interesseranno i tratti maggiormente ammalorati, in particolare la SP Cimina, la SP Commenda e la SP Verentana. Attualmente sono in corso interventi sulla SP Tuscanese.

L’iniziativa è stata particolarmente apprezzata dagli Enti intervenuti atteso che la sinergia tra più organi istituzionali, con il supporto della Polizia Stradale, può consentire di monitorare con la dovuta attenzione la situazione in cui versano le arterie provinciali evidenziandone le principali criticità al fine di poter individuare gli interventi che assumano carattere prioritario sotto il profilo della sicurezza stradale e l’incolumità dei cittadini.

Il prossimo incontro è previsto per l’inizio del mese di febbraio nel corso del quale saranno affrontati aspetti tecnici tra cui i limiti di velocità esistenti attualmente sulle strade della provincia.

Commenta con il tuo account Facebook