IMPIEGATI 65 CARABINIERI E 26 PATTUGLIE : CONTROLLATE OLTRE 260 PERSONE E 124 AUTOVEICOLI, UN MEZZO SOTTOPOSTO A SEQUESTRO

Nella notte tra sabato e domenica è stato effettuato in tutto il territorio delle compagnie di Ronciglione e Montefiascone, segnatamente nei comuni di Capranica, Vejano, Blera, San Lorenzo Nuovo, Montefiascone e Capodimonte, un servizio straordinario di controllo di polizia di sicurezza.

Sono stati impiegati 65 carabinieri e 26 pattuglie; sono state saturate le principali arterie viarie in entrata e uscita dal territorio delle compagnie interessate, sono stati previsti servizi di ricognizione informativa e pattuglie visibili per scongiurare furti in abitazioni isolate; sono stati effettuati numerosi servizi preventivi in bar e esercizi commerciali; in particolare:

a Capodimonte i carabinieri della stazione hanno dato esecuzione ad una misura cautelare in carcere nei confronti di un cittadino italiano di 50 anni, residente a Roma, ricercato per la notifica a causa di precedenti reati di truffa;

a Montefiascone i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia hanno denunciato due ragazzi italiani di 23 e 20 anni, poiché a seguito di perquisizione uno è stato trovato in possesso di un coltello a “farfalla” di circa 23 cm; e l’ altro in possesso di 10,4 grammi di marijuana ;

a San Lorenzo nuovo, è stato denunciato dai carabinieri della stazione un ‘ italiano di 44 anni, poiché controllato alla guida di una macchina agricola era in evidente stato di alterazione psichica da sostanze stupefacenti e il mezzo era senza assicurazione e dunque sottoposto a sequestro;

A Capranica è stato denunciato dai carabinieri della stazione un cittadino italiano di 22 anni trovato in possesso di un coltello di genere proibito;

a Vejano è stato denunciato un cittadino italiano di 60 anni per avere truffato una anziana 70 enne del posto facendosi dare 100 euro per fingere di aggiustare un’ aspirapolvere;

a Blera è stato denunciato per evasione un cittadino italiano di 62 anni poiché si allontanava dalla sua abitazione dove si trovava agli arresti domiciliari.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email