TARQUINIA – Entra nel vivo la Giostra delle Contrade di Tarquinia, con l’inaugurazione il 24 maggio della mostra fotografica dedicata alla storia dell’evento, presso la chiesa di San Pancrazio. L’apertura dell’esposizione è stata anche l’occasione per illustrare il programma della manifestazione.

 

Il Presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli, ha sottolineato come «dietro l’organizzazione della Giostra delle Contrade ci sia una pagina di buona politica e amministrazione. Per una volta la maggioranza e la minoranza lavorano insieme a un progetto condiviso per il bene della città, senza interessi personali, doppi fini e nel rispetto reciproco. Questo elemento garantirà la continuità nel tempo dell’evento che appartiene a tutti. Spero che tale spirito unitario pervada tutti i partecipanti anche in campo». Il Presidente della Pro Loco Paola Peparello ha dichiarato che «senza collaborazione e la creazione di una rete capace di mettere insieme enti e associazioni tutto diventa più difficile e complicato. Quello di questa edizione è un passo decisivo verso il riconoscimento dell’importanza della Giostra delle Contrade per la nostra comunità».

 

Il consigliere dell’Università Agraria Manuel Catini ha espresso grande soddisfazione «per il clima creato attorno alla Giostra delle Contrade. Tanta partecipazione ed entusiasmo da parte di tutti. Dai volontari che, giorno dopo giorno, costruiscono l’evento, ai dipendenti dell’Università Agraria, dalle realtà commerciali coinvolte ai semplici cittadini, unanime è il consenso e l’apprezzamento. Il segnale che la nostra comunità, se sollecitata nel modo giusto, risponde in maniera positiva. Un programma ricco e ambizioso che ha bisogno dell’impegno di tutti per funzionare al meglio».

 

Nel corso dell’inaugurazione ringraziamenti speciali sono andati alla Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia per la disponibilità, – la Giostra delle Contrade è dedicato alla Madonna di Valverde – e alla famiglia Balduini che ha consentito l’uso del bozzetto realizzato dal compianto Lorenzo Balduini, quale simbolo della Giostra delle Contrade.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email