A Montalto di Castro (VT), nella notte tra sabato e domenica, durante lo svolgimento di particolari servizi predisposti per il controllo della “movida” a Montalto Marina, i militari della Compagnia Carabinieri di Tuscania hanno tratto in arresto M.L., viterbese di anni 19 al termine di una furiosa lite con un coetaneo sorta per futili motivi.

La ragazza al culmine del diverbio, avvenuto in via Tevere (la parallela del lungomare), non esitava a colpire la vittima con due bottiglie, sferrandogli entrambi i colpi alla testa per poi dopo tentare di dileguarsi tra la folla, ma i militari, prontamente intervenuti dopo esser stati allertati dai passanti che avevano subito chiamato il 112, la individuavano e la accompagnavano prima in caserma per accertamenti per poi arrestarla per il reato di lesioni aggravate. Il ragazzo immediatamente soccorso dai sanitari del 118 di Tarquinia riportava lesioni gravi al volto e alla testa guaribili in gg 14.

Il risolutivo intervento dei militari di Montalto di Castro stroncava sul nascere un probabile rissa tra ragazzi con più gravi conseguenze. Nel corso delle operazioni, veniva denunciato alla competente autorità anche il fidanzato della ragazza, un minorenne romano per concorso nel reato. Entrambi sono stati deferiti alla Procura presso il Tribunale di Civitavecchia, competente per territorio, che ha disposto il giudizio per rito direttissimo della ragazza per la giornata di oggi.

Nel corso dei servizi sempre i militari della Stazione CC di Montalto di Castro sanzionavano amministrativamente un locale  per aver somministrato e venduto sostanze alcoliche ad alcuni minori, mentre alcuni ragazzi sono stati sanzionati alla Prefettura di Viterbo come assuntori di stupefacenti.