VITERBO – “Per Angelo e Anna. Si viene colti da un continuo stupore di fronte all’imprevedibilità e all’originalità di quella vita che ci mette in una condizione di attesa. Tutte le mamme e tutti i papà si sono sentiti genitori di Daniela, e tutti ci siamo fatti la stessa domanda, perché, perché proprio lei. Con l’anima straziata, il cuore dilaniato e le lacrime amare che solcano il viso l’unica risposta che trova ragione è il paragone del quale possiamo avvalerci: Se andiamo in un prato verde e vediamo tanti fiori raccogliamo i più belli”.

 

Gabriela Marchionni

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email