Nello scorso fine settimana nel capoluogo viterbese sono stati effettuati due servizi straordinari di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato, finalizzati al monitoraggio delle zone del centro storico e delle aree più delicate per l’ordine e la sicurezza pubblica nonché alla prevenzione dei fenomeni criminali nei quartieri periferici della città. L’attività, svolta da equipaggi della Questura di Viterbo, del Reparto Prevenzione Crimine di Roma e della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, ha consentito di identificare complessivamente 250 persone (molte di nazionalità straniera e con precedenti di polizia) e 143 veicoli, di denunciare in stato di libertà un soggetto italiano per il reato di appropriazione indebita e di elevare 7 verbali per violazioni al codice della strada con sanzioni accessorie del ritiro di una patente di guida ed il sequestro di un’autovettura per alienazione.

Inoltre nell’ultimo mese particolarmente intensa è stata l’attività svolta dalla Polizia Stradale sulle principali arterie stradali della provincia viterbese. I numerosi servizi effettuati dalle pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, compresi i due Distaccamenti dipendenti di Tarquinia e Monterosi, hanno portato all’identificazione di 739 persone e al controllo di 575 veicoli, alla contestazione di 435 violazioni amministrative che hanno comportato la decurtazione di 594 punti, il ritiro di 3 patenti di guida e di 7 carte di circolazione e al rilievo di 19 incidenti stradali (di cui 8 con feriti).

Nello specifico la Specialità ha approfondito i controlli per contrastare la guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti, per reprimere il fenomeno della distrazione alla guida provocato dall’utilizzo degli smartphone, per verificare il corretto utilizzo delle cinture di sicurezza. Inoltre sono stati garantiti specifici servizi di controllo della velocità, del rispetto della normativa in materia di obbligo di assicurazione e revisione dei veicoli e nel settore del trasporto di animali vivi, provvedendo altresì al controllo di 6 esercizi commerciali connessi alla circolazione dei mezzi.