VITERBO – Nell’ambito dei servizi di controllo intensificati dalla Polizia di Stato per prevenire le attività illecite nel Capoluogo, gli uomini della Squadra Volante della Questura nel fine settimana hanno arrestato due persone e altre due denunciate.

 

Il primo episodio si è verificato quando tre equipaggi della Polizia dei Stato della Squadra Volante, a seguito di una segnalazione di persone sospette che si aggiravano all’interno di un condominio, dopo aver circondato la zona, sorprendevano due donne che bussavano nelle abitazioni per accertarsi che non vi fossero i proprietari per poter entrare nelle stesse. Le due donne, immediatamente bloccate dai poliziotti, sono state trovate in possesso di pellicole trasparenti e cacciaviti, strumenti che vengono adoperati per aprire le porte blindate quando non sono chiuse con tutte le mandate. Dagli accertamenti immediati, coordinati dalla Squadra Mobile, effettuati presso tutte le banche dati della Questura, le donne sono risultate gravate da numerosi precedenti segnalazioni di polizia per reati contro il patrimonio, commessi in tutta Italia e sono state tratte in arresto per tentato furto.

 

A seguito del giudizio direttissimo nella mattinata odierna il GIP ha convalidato l’arresto per entrambe la donna applicando la misura cautelare del divieto di allontanamento dal Comune di Roma con obbligo due volte al giorno, alle ore 09,00 e alle 19.00, di presentarsi presso un Ufficio di Polizia. Il Questore di Viterbo ha immediatamente allontanato le due donne dal capoluogo, sottoponendole alla misure di prevenzione del rimpatrio al luogo di residenza con Foglio di Via Obbligatorio.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email